Nella riunione del 20 ottobre scorso la Conferenza delle Regioni ha esaminato l'Accordo - in sede di Conferenza Unificata - concernente l'adozione del Regolamento edilizio-tipo, esprimendo avviso favorevole sull'ultima stesura del provvedimento con una raccomandazione.

La Conferenza ha espresso, quindi, avviso favorevole sull'ultima stesura del provvedimento, di cui all'art. 4, comma 1 sexies, del Decreto del Presidente della Repubblica 6 giugno 2011, n. 380, con la seguente raccomandazione:
Nella definizione 15 del QUADRO DELLE DEFINIZIONI UNIFORMI sostituire le parole “La superficie accessoria ricomprende” con le parole “La superficie accessoria può ricomprendere, per esempio”.

La Conferenza ha chiesto anche che possa essere sancita l'intesa ai sensi dell'articolo 8 comma 6, della Legge 131/2003 in luogo dell'accordo.
L’attuale accordo sottoscritto riguarda tutte le Regioni a statuto ordinario, ma è opzionale anche per quelle a statuto speciale.

Ora c'è quindi la possibilità che in un anno si abbia su tutto il territorio nazionale una uniformità di regolamentazione urbanistico-edilizia.
Tutte le Regioni, nei prossimi sei mesi, potranno recepire (approvandolo) lo schema di regolamento. Dopodiché gli enti locali (circa 8.000 Comuni italiani) avranno altri sei mesi per adottarlo.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?