La Regione Umbria ha premiato i vincitori per la riqualificazione urbana e il recupero ambientale di quattro aree produttive dismesse, ubicate nei comuni di Castiglione del lago, Cascia, Perugia e Terni.

I progetti premiati, redatti da professionisti abilitati all'esercizio della professione di architetto e ingegnere, singolarmente, in gruppo o associati, sono stati selezionati da una apposita Commissione tra i quaranta ammessi a concorso.

Hanno ricevuto il primo premio gli Architetti: Elena Ronchi, Margherita Bagiacchi, Camilla Bernstein, Silvia Pucci, Giulia Squeo per il progetto di recupero dell'area ex Valtrasimeno di Castiglione del Lago; Vittorio Minio Paluello, Antonio D'Arco, Emiliano Donda per il progetto relativo alla zona "Pip" per insediamenti produttivi di Cascia; Alessio Patalocco, Roberta Dello Stritto, Marco Silvi, Eleonora Zampiglia per il recupero dell'area industriale dismessa di via Trasimeno ovest a Perugia e Pier Francesco Duranti, Alessandro Almadori, Giuseppe Andreoli, Simone Lorenzoni per il progetto sugli ex stabilimenti elettrochimici di Papigno a Terni.

I progetti premiati sono esposti nella mostra inaugurata nella sede dell'Ordine degli architetti di Perugia che rimarrà aperta fino al prossimo 31 luglio.

"Il concorso – ha detto l'assessore Rometti – è una ulteriore testimonianza dell'impegno della Regione Umbria sul fronte della riqualificazione delle aree dismesse, del contenimento del consumo di suolo e della qualità architettonica. Le proposte progettuali – ha aggiunto – ripensano le aree oggetto di riqualificazione e recupero ambientale come luoghi di nuova fruizione da un punto di vista produttivo, residenziale e ricreativo, salvaguardandone però i caratteri originali.".

Le menzioni speciali sono andate al secondo (Arch. Francesca Seghini e Ing. Francesca Rogari) e terzo classificato in graduatoria (Architetti Nicola Petaccia, Elena Soltesova, Pietro Speziale) per l'area ex Valtrasimeno di Castiglione del Lago; al secondo classificato (Architetti Stefano Pendini, Sergio Santoro, Claudia Favaro Fiorini, Giuseppe Pepe, Simone Bizzotto) per l'Area industriale dismessa via Trasimeno ovest nel Comune di Perugia e al secondo (Architetti Chiara De Rosa, Maria Elisa Pedicini) e terzo qualificato (Architetti Luca Rosati, Mauro Marchetti, Fabio Pitoni, Alessandro Capati) per gli Ex stabilimenti elettrochimici Papigno nel Comune di Terni.

Info: Regione Umbria

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?