alcune immagine del progetto realizzato

Questo progetto nasce dalla considerazione del mulino protagonista nel territorio, nell'etnografia e nella cultura per la rilevanza tecnologico, storico ed economica che riveste e per il valore che esprime quale contenitore di simboli e azioni rituali legate alle credenze popolari del luogo.

Il Molin Nuovo , insieme ai coltivi, ai poderi, al nucleo rurale e alle mulattiere, è un forte segno antropico che costituisce quella fitta trama che si sovrappone, integrandola e modificandola, alla struttura fisica del territorio e che origina quel tessuto che si suole chiamare paesaggio.

Chi viene a visitare questi luoghi deve ritrovare quelli che con una felice espressione vennero chiamati “ i sentieri dei passi perduti”. Il recupero dell'edificio, secondo le tecniche artigianali del luogo, dovrà essere lo strumento per ricreare agli occhi e nell'anima del viaggiatore quei segni che sono testimonianza dei mezzi di produzione, del modo di costruire, della organizzazione e degli schemi sociali, economici e culturali della società che è vissuta in quel luogo e che li ha prodotti.

Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?