Con la Circolare 13/E sono stati forniti chiarimenti su varie questioni interpretative riguardanti le agevolazioni per gli interventi di recupero del patrimonio abitativo e per la riqualificazione energetica degli edifici.
La circolare e le altre risoluzioni dell’Agenzia delle Entrate sono consultabili nella banca dati Documentazione Tributaria accessibile dal sito www.agenziaentrate.gov.it o dal sito www.finanze.gov.it

Detrazioni per interventi di recupero

Il Testo Unico delle Imposte sui Redditi (TUIR) ammette la detrazione dall’IRPEF per
interventi di recupero del patrimonio edilizio in relazione alle spese documentate,
sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi.

Pertanto le detrazioni sono ammesse anche quando i lavori vengono effettuati da eredi o singoli coniugi che si trovano in separazione legale ed eseguono lavori successivi alla separazione.

In merito alla dichiarazione di esecuzione dei lavori, prevista per gli interventi che superano il limite di 51.645,69 euro, la circolare ha chiarito che non è necessaria, anche se l’importo limite delle spese ammissibili è stato elevato da 48.000 a 96.000 euro per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 30 giugno 2013.

Inoltre, il contribuente che ha sostenuto, su un medesimo immobile, spese per un importo pari a 48.000 euro, fino al 25 giugno 2012, e per 96.000 euro, dal 26 giugno al 31 dicembre 2012, può portare in detrazione le spese sostenute dal 26 di giugno in poi fino all’importo di 96.000 euro, fruendo così della detrazione del 50%.

Detrazioni per riqualificazione energetica

Oltre a premettere che le risposte date con la suddetta circolare sono state anticipate all’ENEA, che ne ha tenuto conto nelle FAQ pubblicate sul proprio sito di informazione, l'Agenzia ha specificato che:
- per i lavori eseguiti a cavallo di due periodi d’imposta (2012 e 2013) e relativi al medesimo intervento, la trasmissione all’Enea della documentazione necessaria per fruire della detrazione fiscale va effettuata nei 90 giorni dalla data di fine lavori, che non necessariamente deve avvenire entro il 30 giugno 2013. L'agevolazione è prorogata fino al 30 giugno 2013, con espresso riferimento alle "spese sostenute entro il 30 giugno 2013", e non ai lavori conclusi entro la medesima data.
- per i lavori conclusi nel 2012, con spese sostenute anche nel 2013, la scheda informativa deve essere inviata all’ENEA nei 90 giorni dalla chiusura dei lavori, comunicando tutte le spese sostenute sino al momento dell’invio; in caso di ulteriori spese, relative al medesimo intervento, sostenute successivamente all'invio della scheda informativa all'ENEA, il con
tribuente potrà integrare la scheda originariamente trasmessa all'ENEA non oltre il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi nella quale la spesa può essere portata in detrazione.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?