Il Rapporto AlmaLaurea 2015 sulla condizione occupazionale dei laureati registra un timido segnale di speranza per un 2015 più roseo con una leggera ripresa del mercato del lavoro.
Il Rapporto ha coinvolto quasi 490 mila laureati di 65 università italiane, e ha confermato il pesante effetto della recessione sui giovani, anche se laureati, che hanno pagato il prezzo più elevato della crisi.

Con il perdurare della crisi, mentre nei Paesi dell’Unione Europea la disoccupazione è scesa nel 2014 all’11,5%, l’Italia si aggiudica un triste primato, raggiungendo la quota del 12,7%, con una ricaduta negativa anche sull’andamento del tasso di disoccupazione a lungo termine.

Tuttavia, come testimoniano i dati relativi ai laureati indagati a cinque anni dal titolo, il lungo periodo di recessione conferma delle persistenti difficoltà occupazionali di coloro che si sono laureati a cavallo della crisi.
Si tratta di una gravosa eredità, che condizionerà le opportunità occupazionali, retributive, di carriera, di questi laureati anche nella fase di ripresa dell’economia e in un orizzonte di medio-lungo termine.

Il rapporto analizza anche la condizione dei laureati in architettura, che risultano più in difficoltà rispetto ai laureati di altre discipline. I redditi a uno, tre e cinque anni dalla laurea sono tra i più bassi e in vetta ci sono quasi sempre medici e ingegneri.

Il professore Francesco Ferrante, componente del Comitato scientifico di AlmaLaurea, ha dichiarato che "lo scenario presente e futuro, nonostante i miglioramenti registrati, resta tuttavia estremamente incerto. Ancora oggi, e nonostante le difficoltà del nostro Paese, la laurea tutela il giovane sul mercato del lavoro più di quanto non lo faccia il solo diploma. In un contesto del genere, oltre ad un’efficace politica di orientamento, occorre pertanto che il sistema Paese torni a investire in un settore così strategico come quello dell’istruzione e delle politiche per il Diritto allo Studio".

L’intera documentazione, disaggregata per Ateneo e per corso di laurea, è a disposizione sul sito di AlmaLaurea: www.almalaurea.it.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?