Quanto dove e comePubblicato l'intervento dell’assessore Moreno Canuti e della presidente del consiglio comunale Giovanna Stellini del Comune di Grosseto (su /www.maremmanews.tv).
                                                                                            
"Il futuro del territorio riguarda tutti. Per questo motivo per la redazione del Regolamento urbanistico abbiamo richiesto il contributo degli abitanti della città e delle frazioni, dei tecnici, delle associazioni di categoria, degli ordini professionali e di chiunque abbia un interesse legittimo diffuso. Il coinvolgimento dei grossetani ci permetterà di avere un quadro più preciso dei  valori e delle priorità.

Dall’adozione del Piano strutturale sono trascorsi quattro anni durante i quali è rimasto in vigore il previgente P.R.G e sono state approvate alcune varianti anticipatrici del Regolamento urbanistico.

Si è pertanto "consumata" una parte delle previsioni del Piano strutturale stesso, la cui consistenza è in via di precisa misurazione attraverso un laborioso esame, pressoché completato, delle pratiche edilizie.

E’ stato quindi necessario un aggiornamento del quadro conoscitivo. Questo processo si è svolto contemporaneamente a un primo periodo, ancora in corso, di ascolto. Al momento siamo infatti nella fase delle consultazioni e dei percorsi partecipativi.

Dobbiamo decidere "cosa", "quanto", "dove" sostanziare le trasformazioni e come gestire l’esistente nel documento che si sta per formare.
Non a caso, l’amministrazione comunale ha dato mandato al dipartimento di Urbanistica della Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze di attivare un percorso partecipativo volto a coinvolgere il maggior numero possibile di persone.

E per dare ancora maggiore spazio ai cittadini, affinché possano offrire il proprio contributo in idee e suggerimenti e per garantire una ancor maggiore trasparenza, i termini contenuti nell’avviso pubblicato nel mese di giugno sono stati prorogati al 30 settembre.

Contestualmente a questo primo processo di ascolto delle realtà esterne, che proseguirà nei prossimi mesi con i Forum e laboratori di progettazione partecipata, si avvierà il dibattito politico che vedrà protagonisti  i consiglieri comunali.

Già da settembre saranno chiamati a discutere su quest’importante strumento di programmazione urbanistica i consiglieri della quarta commissione e i capigruppo. Questo anche al fine di stabilire l’iter che porterà all’atto conclusivo da sottoporre all’approvazione del consiglio comunale. 
Il nostro auspicio e che si avvii un confronto sereno, propositivo e volto al futuro sviluppo del nostro territorio".
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?