Per la prima volta in Russia, una stampante 3D con estrusore di cemento trasportata in loco, apre nuove possibilità nel cambiamento rivoluzionario dell’edilizia.

La società russa Apis Cor (società di ingegneria che fornisce soluzioni tecnologiche nel campo della stampa di costruzione tridimensionale) nel dicembre 2016 ha realizzato una stampante 3D in grado di realizzare una casa privata (completa di servizi) con circa 10.000 dollari di spesa in sole 24 ore.

Una vera e propria piccola casa di forma semi circolare, pronta e utilizzabile dopo due/tre giorni di lavoro, in 37-38 metri quadrati: soggiorno, cucina, due camere da letto, servizi ed elettrodomestici.

Per realizzarla sono serviti 10.134 dollari, poco più di 9.500 euro. Un costo che include tutti i lavori di costruzione, materiali per opere di fondazione, pareti, finestre e infissi,
copertura, finiture interne ed esterne.
Una piccola villetta dall’aspetto circolare ma solida e sicura: i costruttori, infatti, hanno dichiarato che la casa low cost, costruita presso l'impianto di prova della società Apis Cor sul territorio della fabbrica di cemento cellulare Stupino (città a 80 chilometri da Mosca), può durare almeno 175 anni.

Ci sono oggi nel mondo vari esempi di realizzazioni di case low cost, ma è la prima volta che, costruendo direttamente sul terreno da edificare, il loro costo si aggiri intorno ai 270 euro a metro quadro, in totale 9-10 mila euro, molto simile al prezzo di una auto utilitaria.

Ai prezzi italiani sembra molto strano che una casa completa costi così poco.
Ovviamente non si può generalizzare, e infatti trattasi quasi di una piccola casetta per vacanze al mare o in montagna.

Ma l’elemento innovativo, al di là della veridicità del costo, è la possibilità di realizzare soluzioni abitative in pochissimo tempo per risolvere situazioni di emergenza a seguito di calamità naturali.
Sarà anche la casetta dei sogni per le vacanze, ma potrà invece essere una brillante soluzione alternativa alle tendopoli, ai container metallici, alle attese casette di legno, per i tanti terremotati costretti a vivere in situazioni di estremo disagio.

Arch. Lorenzo Margiotta

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?