Qualita urbana architettonica ed ediliziaAd EuroP.A.2005, Salone delle Autonomie Locali, si svolgerà il 24 e 25 giugno 2005, presso la Fiera di Rimini, il convegno:
Qualità della legislazione nazionale, regionale e dei regolamenti locali in edilizia, urbanistica e lavori pubblici: l’impatto normativo sulla qualità urbana, architettonica ed edilizia.

Ai tecnici degli Enti Locali vengono richieste sempre maggiori competenze a fronte di crescenti responsabilità e scarsità di risorse, al fine di coniugare qualità delle opere e degli operati (in termini di risultato e di servizio).

Indubbio che risultati e servizi dipendono per larga misura da stati e qualità rispetto ai quali il tecnico non ha poteri decisionali, come sono le scelte legislative, normative, regolamentari ed amministrative, tipici atti degli organismi elettivi di rappresentanza politica.

L'UNITEL (Unione Nazionale Italiana Tecnici Enti Locali) intende affrontare l’argomento in due convegni tra loro complementari ma autonomi: nel primo si prevede di sviluppare le tematiche organizzative e gestionali del lavoro pubblico nel presupposto che organizzazione e management sono strumenti condizionanti il risultato atteso a livello legislativo e cioè la qualità della progettazione e della realizzazione delle opere pubbliche e del controllo pubblico delle attività private di trasformazione edilizia ed urbanistica del territorio, ovvero dei processi di governo del territorio.

L’analisi dei processi e dei carichi di lavoro rispetto alla qualità pretesa e alle risorse dispiegate assume però connotati particolari e diversi in ordine a due fattori principali:
1) la diversa caratterizzazione in cui versano gli Enti Locali in rapporto alle dimensioni demografico - territoriali, alle dotazioni organiche ed altre risorse disponibili;
2) la diversa caratterizzazione normativa ai vari livelli, regionale e comunale e il ruolo delle Province.

Se il primo fattore si presenta per molte realtà locali come una situazione emergenziale (Che UNITEL sta affrontando nel redigendo libro bianco sul tecnico comunale), il secondo è oggetto di approfondimento nel secondo convegno sulla qualità normativa.

L’obiettivo è quello di esaminare le relazioni possibili tra qualità delle opere e dei servizi e la qualità delle leggi, norme e regolamenti che sicuramente condizionano l’operato e, quindi, anche il possibile risultato.

La qualità delle leggi è un auspicio ricorrente, sia sotto il profilo tecnico che sostanziale, e sembra accentuarsi con la riforma costituzionale laddove amplia la potestà legislativa esclusiva o concorrente da parte delle Regioni, oltre che dalla sempre crescente autonomia regolamentare dei Comuni.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?