In Gazzetta Ufficiale n. 81 del 7 aprile 2018 è stato pubblicato il Decreto del Ministero delle Infrastrutture e dei trasporti 2 marzo 2018 recante "Approvazione del glossario contenente l’elenco non esaustivo delle principali opere edilizie realizzabili in regime di attività edilizia libera, ai sensi dell’articolo 1, comma 2, del decreto legislativo 25 novembre 2016, n. 222”.

Dopo oltre un anno di inutile attesa, il decreto arriva pubblicato ufficialmente senza modifiche, riportando in allegato il glossario contenente l’elenco delle principali opere edilizie classificate come edilizia libera.
Inoltre sarà seguito da successivi decreti contenenti gli elenchi delle opere edilizie realizzabili mediante CILA, SCIA, Permesso di Costruire e SCIA in alternativa al permesso di costruire.

La Tabella di riferimento contiene le principali opere che possono essere eseguite senza alcun titolo abilitativo, purché “nel rispetto delle prescrizioni degli strumenti urbanistici comunali e di tutte le normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell’attività edilizia (norme antisismiche, di sicurezza, antincendio, igienico-sanitarie, di efficienza energetica, paesaggistiche, ecc.).

La tabella riporta, su quattro colonne: il regime giuridico dell’opera, la categoria dell’intervento, la tipologia dell’opera, nonché i principali elementi che caratterizzano ciascun intervento edilizio.

Questo l’elenco delle 12 principali categorie di intervento (con all'interno ben 58 tipologie di opere, a cui corrispondono 58 tipologie di elementi caratterizzanti):
1. manutenzione ordinaria;
2. pompe di calore di potenza termica utile nominale inferiore a 12 kW;
3. depositi di gas di petrolio liquefatti di capacità complessiva non superiore a 13;
4. eliminazione delle barriere architettoniche attività di ricerca nel sottosuolo;
5. attività di ricerca nel sottosuolo;
6. movimenti di terra;
7. serre mobili stagionali ;
8. pavimentazione di aree pertinenziali;
9. pannelli fotovoltaici a servizio degli edifici;
10. aree ludiche ed elementi di arredo delle aree di pertinenza;
11. manufatti leggeri in strutture ricettive;
12. opere contingenti temporanee.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?