Innovazione e spazio pubblico dal tittolo "Prove di città" per la seconda edizione della Biennale dello Spazio pubblico in programma a Roma presso la Casa dell’Architettura e la facoltà di architettura di Roma Tre.

Prove di citta alla Biennale dello Spazio pubblicoL’evento, organizzato dall’ INU-Istituto Nazionale di Urbanistica in partnership con Cittalia, Anci, Facoltà di Architettura Roma Tre, Consiglio Nazionale degli architetti, Ordine degli Architetti con il sostegno della Cornell University, farà il punto sullo stato degli spazi pubblici in Italia stimolando il dibattito fra gli attori del settore e la diffusione di buone pratiche italiane ed europee.

L’iniziativa si articola in workshop tematici su innovazione sociale, partecipazione dei cittadini e gestione degli spazi pubblici a cui potranno prendere parte amministratori e comuni per raccontare le proprie esperienze.

L’appuntamento di Roma inoltre rappresenta l’evento conclusivo del "Viaggio nei Comuni delle buone pratiche", un percorso seminariale che toccando diversi comuni italiani ha visto amministratori locali e cittadini protagonisti di storie ed esperienze sui temi della partecipazione dei cittadini e gestione degli spazi pubblici. Le esperienze emerse verranno presentate nel corso di un incontro pubblico in programma il 17 maggio presso la facoltà di Architettura – Roma Tre.

Nel corso delle giornate, alla cui apertura interverranno tra gli altri il direttore ricerche Cittalia Paolo Testa, il presidente INU Federico Oliva e il presidente di Forum PA Carlo Mochi Sismondi, verrà anche presentato il progetto di redazione della "Carta dello spazio pubblico". Si tratta di un documento che punta ad individuare principi ragionevoli e condivisi in merito all’ideazione, progettazione, realizzazione, mantenimento e fruizione dello spazio pubblico. La redazione del documento è aperta al contributo di esperti, studiosi e di quanti sono interessati a partecipare per promuovere una migliore e più consapevole gestione degli spazi pubblici.

Non sono solo innovazione sociale, partecipazione e spazi pubblici i temi al centro della Biennale, ma si parlerà anche di narrazione urbana nell’ambito del workshop "The idea of the public in urban Narrative", in programma il 18 maggio e a cui Cittalia porterà il suo contributo con il ricercatore Massimo Allulli.

L’incontro punta a stimolare il dibattito attorno al tema della narrazione urbana, intesa come il racconto di storie riguardanti gli eventi quotidiani della vita in città, che può essere usata come strumento di ricerca qualitativa nei contesti più diversi. Le storie urbane (migrazioni, rigenerazione urbana, la produzione di politiche pubbliche) possono così aiutare a comprendere meglio come l’idea di pubblico è costruita e messa al lavoro nelle pratiche urbane quotidiane.

Infine, spazio anche a giovani e a studiosi del settore con la cerimonia di premiazione dei migliori contributi, che saranno scelti da una giuria di esperti selezionati dai diversi soggetti promotori, giunti in risposta ai concorsi e alle "Call for papers" promosse dagli organizzatori della Biennale sui temi dell’innovazione sociale e della gestione e vivibilità degli spazi pubblici.

Roma, dal 16 al 19 maggio - www.cittalia.it
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?