E' stato presentato lo studio del Centro Studi Federlegno Arredo, il Rapporto Case ed Edifici in Legno 2015, con l'obiettivo principale di dimensionare il mercato degli edifici a struttura in legno realizzati nel 2014.
Si tratta della prima ricerca sull’edilizia in legno in Italia che evidenzia una notevole inversione di tendenza verso questa nuova tecnologia costruttiva.
L'edilizia in legno, infatti, viene detta una delle frontiere del "costruire" per le sue caratteristiche intrinseche: sostenibilità, sicurezza, risparmio energetico.

Questo in sintesi il giudizio positivo sulle costruzioni in legno che anche in Italia si sta facendo strada pur se di nicchia.
In Trentino Alto Adige, già da alcuni anni, si è sviluppata una schiera di imprenditori ormai pionieri nell'uso del legno come materiale da costruzione, ma anche come fonte rinnovabile per eccellenza, con criteri progettuali e di esecuzione innovativi.

Dal Rapporto Case in legno 2015 emergono dati interessanti: sono in legno 6 abitazioni nuove su 100, oltre 3.000 edifici costruiti in Italia nel 2014 (90% residenziale), un fatturato complessivo di 658 milioni di euro.

Secondo il presidente di FederlegnoArredo, Roberto Snaidero: "L’Italia si colloca al quarto posto in Europa per produzione di edifici di legno, staccando Paesi con una tradizione di edilizia in legno ben più lunga della nostra come Austria, Finlandia, Francia e Paesi Bassi. L’edilizia sostenibile è parte consistente del nostro patrimonio tecnico e culturale, da qui la decisione di svolgere un’analisi di mercato per approfondire quella che sarà la direzione da seguire nei prossimi anni”.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?