L’Autorità di Vigilanza (AVCP), nell’ambito della propria attività istituzionale, ha recentemente emanato la Determinazione n. 5 del 6 novembre 2013 "Linee guida su programmazione, progettazione ed esecuzione del contratto nei servizi e nelle forniture".

Dall’analisi della disciplina di riferimento, emerge in primo luogo che la stessa - sia a livello comunitario che nazionale - regola con maggior dettaglio la fase di scelta del contraente, rispetto alle fasi della programmazione e progettazione, da un lato, e dell’esecuzione del contratto, dall’altro.

Le Linee guida - che recepiscono anche le indicazioni in materia già fornite dai "Tavoli Committenze-Imprese" di PPAnet - rappresentano un importante strumento di riferimento per le PA rispetto alla gestione dell'intero processo di impostazione, governo e controllo specie degli appalti di servizi per i patrimoni immobiliari e urbani.

La Determinazione è motivata dalla constatazione dell’esistenza di diffuse criticità in relazione alle fasi di programmazione, progettazione ed esecuzione dei contratti di servizi e forniture.
Le disfunzioni riscontrate derivano principalmente dai seguenti aspetti:
- l’oggetto e l’entità della prestazione spesso non sono chiaramente ed adeguatamente specificati;
- il progetto, il capitolato ed i termini contrattuali sono approssimativi e non dettagliano sufficientemente ciò che deve essere realizzato in fase esecutiva;
- le penali da applicare in caso di inadempimento della prestazione sono talvolta assenti o di modesta entità;
- le attività di controllo - da parte delle stazioni appaltanti - sul corretto espletamento della prestazione sono talvolta carenti.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?