E' stato assegnato al Comune di Benevento dalla rivista Urbanistica e dall’Istituto Nazionale di Urbanistica (INU) il Premio Urbanistica 2012 per il "Progetto di Territorio", inserito nel Programma sperimentale promosso e coordinato dal Ministero delle Infrastrutture, che promuove le opportunità offerte dal potenziamento infrastrutturale tra Tirreno e Adriatico.

Progetto di territorio PdT del comune di BeneventoURBANISTICA è la rivista storica dell’INU, iniziata sin nel lontano 1933, che, in occasione di Urbanpromo 2006,  ha lanciato il "Premio URBANISTICA" articolato per categorie, individuate in precedenza dal Direttore della rivista, ed assegnato, su base referendaria, ai primi tre progetti classificati in ogni categoria.

Nella sezione “Equilibrio degli interessi nel rapporto pubblico/privato” ha prevalso anche il Progetto di Territorio di Benevento nel contesto della Piattaforma territoriale nazionale asse Napoli - Bari.

L’elaborazione del Progetto di territorio (PdT), in tutte le sue fasi, tra 2009 e 2011, è stata improntata dalla ricerca e promozione delle condizioni in grado di cogliere le opportunità date dal potenziamento delle relazioni Tirreno – Adriatico (interventi cardine dello sviluppo: raddoppio della S.S. 372 “Telesina”, raccordo tra l’Autostrada del Sole e Benevento; ferrovia Alta capacità Napoli-Bari).

In particolare, si è proceduto:
- alla verifica di ulteriori scenari di intervento inerenti la rifunzionalizzazione del complesso, esteso su oltre 50.000 mq. di superficie fondiaria all’interno del contesto cittadino e in prossimità della stazione ferroviaria, dell’ex Tabacchificio, sulla base delle opportunità offerte dalle facilitazioni operative introdotte dal Piano casa regionale ipotizzando il riuso degli elementi di maggior pregio architettonico dell’ex complesso industriale quali sede di un nuovo polo fieristico- terziario, integrato da interventi di edilizia residenziale e sociale;
- allo studio di una rete di mobilità ciclistica finalizzata, da un lato, al miglioramento della fruizione e connettività di luoghi di elevato valore paesaggistico con la città storica e i nodi delle reti lunghe, ottimizzando significativi interventi già realizzati, quali la pista ciclo-pedonale “Paesaggi sanniti” sul tracciato di un tratto della vecchia linea RFI per Caserta, dall’altro a proporre un’offerta di mobilità ciclistica legata non soltanto al loisir ma anche agli spostamenti casa-scuola o casa-lavoro al tempo stessa connessa con circuiti turistici in fieri di rilievo territoriale per l’intero Mezzogiorno quali la “Francigena del Sud”;
- alla progettazione del nuovo ponte di Torre Biffa sul fiume Calore, funzionale a migliorare l’accessibilità stradale alla stazione dalle aree centrali e dal rione Libertà, a migliorare la connettività interquartiere, liberando così le aree del centro storico e del rione Ferrovia oggi interessate da consistenti flussi di traffico di attraversamento veicolare facilitandone di conseguenza la riqualificazione funzionale e dello spazio pubblico.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?