Con la Deliberazione n. 10/SEZAUT/2016/QMIG la Corte dei Conti ha dato definitiva risposta alla questione di massima rimessa dalla Sezione regionale di controllo per l’Emilia Romagna, in merito ai criteri individuati dalla legge delega n.11/2016, circa l'incentivo del 2% ai dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni per la progettazione di attività manutentiva.

La richiesta di chiarimento riguardava l'incentivo per la progettazione e per gli altri servizi interni alla stazione appaltante, con particolare riguardo sia a interventi di manutenzione ordinaria sia a interventi di manutenzione straordinaria.

La Corte dei conti ha ufficializzato che "la corretta interpretazione dell’articolo 93, comma 7-ter, d.lgs. 163/2006, alla luce delle disposizioni recate dal d.l. n. 90/2014 e dei criteri individuati dalla legge delega n.11/2016, è nel senso dell’esclusione dall’incentivo alla progettazione interna di qualunque attività manutentiva, senza distinzione tra manutenzione ordinaria o straordinaria."

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?