Lunedì scorso è stato presentato nella Sala del Consiglio Comunale (durante un seminario tecnico) il progetto "Museo dell'acqua e della pietra" approvato dal Comune di Gravina in Puglia.

Un museo all'aperto costituito da percorsi naturalistici nella gravina di Gravina, dove ogni visitatore di fronte ad uno scenario meraviglioso potrà dare sfogo alla propria immaginazione ammirando le cavità naturali, il territorio, la flora e la fauna.

Il progetto, realizzato da Pietro Laureano, architetto, consulente Unesco per le zone aride e gli ecosistemi in pericolo, ha illustrato le linee generali della filosofia alla base dell'ecomuseo, concepito come una serie di strutture leggere, poco invasive, concettuali e mobili, secondo l'asse verticale acqua-pietra, lungo il percorso del torrente, e quello orizzontale tempo-spazio, dalla collina di Botromagno alla città, attraverso il ponte acquedotto.

"E' difficile intervenire sulla gravina – ha affermato l'architetto materano – la politica di tutela è fatta su grande scala e tutta la zona è considerata a rischio, ma la tutela non può diventare abbandono e su alcune aree sicure si può intervenire. Gravina deve riprendere il suo rapporto con il territorio".

Si è giunti al risultato dell'Ecomuseo anche mediante una progettazione partecipata: vari simposi tecnico-sociali che, con l'ausilio della cittadinanza e di 50 tecnici locali, sono riusciti a discutere con proposte e idee sulle Linee guida del Museo dell’Acqua e della Pietra.

Vi hanno partecipato architetti, ingegneri, urbanisti, paesaggisti, storici, geologi, forestali, naturalisti e maestri artigiani che l'Unesco chiama "conoscenze tradizionali" ovvero tecniche naturali di ripristino degli ecosistemi ed ecomusei locali.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?