CATALYST è una start up innovativa che adotta principi di architettura sostenibile, con in primo piano il rispetto del territorio ed il consumo del suolo.
Privilegia il riciclo dei materiali inerti derivanti dalla demolizione di edifici esistenti e la loro ricostruzione in loco, nonché l’utilizzo dei residui da escavazione lapidei.

Catalyst applica un innovativo sistema di produzione sul posto, dei manufatti necessari alle nuove costruzioni, induce un elevato risparmio energetico, ed evita le emissioni del CO2 derivanti dalle lavorazioni e dai trasporti.
Interventi di demolizione e ricostruzione, quindi, nel pieno rispetto del territorio, con un apporto innovativo, senza turbare gli stili di vita e la cultura esistente.

I prodotti e i progetti Catalyst nascono da un approccio culturale che si identifica con l’edilizia sostenibile, il risparmio energetico e il recupero dei detriti che diversamente sarebbero classificati come sottoprodotti o rifiuti

Dal sito ufficiale si legge che “Prodotti e progetti Catalyst nascono da un approccio culturale che si identifica con l’edilizia sostenibile, il risparmio energetico e il recupero dei detriti che diversamente sarebbero classificati come sottoprodotti o rifiuti”.

I nuovi prodotti

Catalyst fornisce una gamma di prodotti e servizi (che danno tutti origine ad un nuovo sistema di costruzione) riassunti nelle tre aree che identificano l’attività aziendale:
- Mattoni Ri-Block, cioè inteso come RIciclo BLOCK, che fornisce lo studio e la realizzazione di nuovi processi e di nuovi prodotti per l’edilizia sostenibile. Complessivamente rappresenta un sistema innovativo che prevede la produzione direttamente in loco dei manufatti necessari alla ricostruzione.
- Double-Block, cioè un manufatto provvisto di canali per l’inserimento degli impianti, e dotato di 2 facce a vista differenti. Un progetto che vuole rendere un manufatto innovativo ma con le stesse miscele brevettate di materiali riciclati, compresse in uno stampo adatto e manovrato da un'apposita macchina.
- Mattoni Carrara-Block, cioè usare gli stessi metodi di riciclaggio degli inerti sviluppati per il Ri-Block per il recupero degli scarti di lavorazione del marmo di Carrara usando anche la polvere derivante dalle escavazioni in corso nelle Cave Apuane che è stata compressa negli appositi stampi. Il risultato è un bellissimo mattone bianco dotato di faccia a vista e utilizzabile anche per motivi architettonici, oltre che per la muratura ordinaria, sia portante che di tamponamento, in luogo dei comuni mattoni in laterizio cotti in fornace. Il tutto col solito notevole risparmio di energia e CO2.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?