Prosegue oramai da anni il dibattito su cosa si debba intendere per progettazione della luce, e su quale debba essere il profilo e l'inquadramento della figura professionale ad essa dedicata.
L'APIL, l'associazione dei professionisti italiani che operano nel campo della luce, ha deciso di riunire per il 5 marzo 2012, tutte le associazioni di chi professionalmente si occupa di progettazione della luce ad un incontro di approfondimento e di riflessione.

Progettazione della luceL'intento della giornata sarà quello di confrontarsi sulla realtà della figura professionale del lighting designer e su ciò che realmente si intende parlando di progettazione della luce.
Un incontro operativo dunque, che tende a voler evidenziare le caratteristiche fondamentali della visione di ciascuno degli attori presenti, dibattendo sui punti di contatto, con il fine di individuare le azioni comuni che si possono avviare.

Lo sviluppo della giornata sarà suddiviso in due momenti differenti; durante la prima fase dell'incontro, sono previsti gli interventi ufficiali, da parte dei delegati delle associazioni invitate, che potranno comunicare la loro visione della figura del lighting designer, esprimendone i punti di forza e confrontandosi con gli altri rappresentanti.
La fase conclusiva della giornata, invece, sarà dedicata agli interventi occasionali di tutti i partecipanti, che precedentemente hanno presentato la richiesta di potersi esprimere a riguardo. Un incontro puramente operativo quindi, per individuare un numero di punti ritenuti prioritari per il raggiungimento degli obiettivi proposti.

"In questo momento in cui si dibatte sulla abolizione degli ordini professionali - ha spiegato il presidente di APIL, Cinzia Ferrara - assumono maggiore rilievo le associazioni di categoria e la rappresentanza di entità come APIL in grado di garantire specifiche professionalità. In questa ottica dunque assume sempre più importanza la figura del libero professionista, nel nostro caso del lighting designer, unico garante del cliente finale, in quanto persona terza e per questo completamente indipendente nelle scelte e unico responsabile del valore complessivo del progetto. APIL dal canto suo, vuole rimarcare che nessuno al di fuori del libero professionista può ricoprire la figura di garante di fronte al cliente. Gli uffici tecnici all'interno di aziende di illuminazione o di distributori di materiale illuminotecnico non potranno mai ricoprire il medesimo ruolo, come risulta evidente anche da alcune richieste specifiche dei bandi europei".

Appuntamento, quindi, a lunedì 5 marzo 2012 dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.00 in una iniziativa che sarà ambientata a Milano, presso la sede di APIL, Foro Bonaparte 65.
Fonte: modaportale.com
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?