Nell’ambito del programma "Network Urbano", promosso da Unioncamere Calabria, si è svolta presso la Camera di Commercio di Reggio Calabria (venerdi scorso) l’iniziativa "Progettare una smart city" Laboratorio tematico di progettazione partecipata.

Il laboratorio tematico, nell’ambito del programma regionale del sistema camerale "Network urbano", è un processo di condivisione partecipata, in cui vengono invitati ad intervenire i rappresentanti delle imprese, gli amministratori locali, i cittadini, gli esperti di policy e di pianificazione territoriale, per presentare idee e confrontarsi sui percorsi di sviluppo e qualificazione del territorio e degli spazi urbani, basati sulle reali esigenze dei diversi stakeholder.

"Progettare una smart city" significa proporre città intelligenti, digitali, sostenibili ed inclusive, ma anche potenziare un ambiente nel quale le imprese possano crescere sotto il segno delle idee, della creatività, della cultura e della sostenibilità, accanto ad una pubblica amministrazione atta a favorire la creazione di servizi di eccellenza, la rigenerazione del territorio, la partecipazione e la progettualità.

"Vivere e lavorare in città intelligenti, semplice traduzione di smart city, significa in realtà essere parte di luoghi vivibili, sostenibili, inclusivi. E’ il sogno di ogni cittadino e di ogni impresa" ha dichiarato il Presidente della Camera di Commercio Lucio Dattola. "Una città, per essere intelligente deve essere attenta alla dimensione relazionale con il sistema delle imprese che tende a svilupparsi prevalentemente negli spazi urbani."

Oltre il saluto e l’introduzione al programma della giornata, il Presidente della Camera Dattola, ha sottolineato l’importanza di reinterpretare il territorio e programmare nuovi percorsi di sviluppo delle città, realizzando sul territorio momenti di confronto e di programmazione partecipata, con l'auspicio che dal Laboratorio tematico possano emergere le linee di intervento da proporre ai policy maker per la futura programmazione operativa 2014-2020.

Dopo la relazione introduttiva presentata dall’ing. Murgante, consulente di Dintec Consorzio per l’Innovazione Tecnologica, autore di oltre 100 pubblicazioni internazionali nel settore delle tecnologie applicate alla città ed al territorio, è intervenuto il dr. Ugo Bonelli consulente Dintec, analista delle politiche di egovernment e open Government, insistendo sulle possibili soluzioni ai problemi emergenti delle città in fase post-metropolitana.

"Ripensare la citta per una migliore qualità della vita è possibile con una risposta: la smart city.
I cambiamenti in atto impongono di ripensare la città da un punto di vista culturale, sociale e economico per rendere i sistemi urbani più efficienti.
Il concetto di smart city, quindi, appare una risposta adeguata per:
- programmare lo sviluppo urbano basandosi su una forte componente tecnologica, coinvolgendo in un progetto integrato attori, ambiti e risorse;
- trovare una soluzione ai bisogni indotti dai cambiamenti socio-economici in corso;
- valorizzare le risorse naturali e il patrimonio urbano esistente."

"Obiettivo: Definire un percorso, linee di azioni e progetti condivisi tra gli attori locali (stakeholder) per lo sviluppo integrato e sostenibile delle aree urbane nella prospettiva delle città e comunità intelligenti (Smart City & Community)."

Arch. Francesca Giara

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?