Nuova cucina, nuovo stile di vita più salutare. Questo è ciò che emerge dallo studio di Houzz (www.houzz.it), la piattaforma online leader mondiale nell’arredamento, progettazione e ristrutturazione d’interni e d’esterni, che ogni anno scopre i nuovi trend di design in ambito cucina.

La ricerca è stata condotta su un campione di proprietari di casa che stanno rinnovando, hanno appena rinnovato o hanno intenzione di rinnovare la propria cucina a breve e ha rivelato che, quasi la metà delle persone che hanno ristrutturato questo spazio, sposano successivamente uno stile di vita più sano (44%). Questo significa cucinare più pasti a casa (29%): 9 persone su 10 dichiarano infatti di preparare cinque o più pasti a casa a settimana (95%). Le abitudini sane post-ristrutturazione includono anche un aumento di comodi pasti da seduti a tavola (25%), meno richieste di cibo da asporto (23%) e un consumo maggiore di frutta e verdura (21%).

Nella maggior parte dei casi (78%), la ristrutturazione della cucina prevede un cambiamento del suo stile. In cima alle preferenze degli italiani troviamo lo stile moderno e contemporaneo (entrambi 31%), seguiti dallo stile industriale, country e scandinavo (tutti al 6%). A spingere gli italiani verso il rinnovo è principalmente il desiderio di personalizzare una casa acquistata di recente (46%), la volontà di modernizzare una cucina ormai vecchia e deteriorata (19%) e, infine, un momento favorevole di disponibilità economica (18%).
“La ricerca di Houzz dimostra che, dietro la ristrutturazione della cucina, spesso non c’è la volontà di rivalutare il valore dell’immobile”, ha dichiarato Mattia Perroni, Managing Director di Houzz Italia. “Si registra una tendenza crescente ad abitare sempre più a lungo nella stessa casa, quindi il ritorno di investimento derivante dal rinnovo della cucina è un dato poco rilevante. Al contrario, la ristrutturazione genera una tendenza ad assumere abitudini quotidiane più salutari e a trascorrere più tempo in convivialità con amici e familiari”.

Dallo studio di Houzz si scoprono alcuni dati interessanti:
- Budget considerevoli: nel 2016, quasi un terzo degli italiani ha speso più di 10.000€ per il rinnovo della cucina (31%). Il 35% ha speso invece tra i 5.000€ e i 10.000€.
- Professionisti coinvolti: la maggioranza degli italiani assume professionisti per seguire la ristrutturazione della cucina (80%), inclusi tecnici specializzati (42%), architetti (29%) e progettisti di cucine (29%).
- Mobiletti personalizzati: la scelta dei mobiletti per la cucina ricade per il 67% degli italiani su soluzioni su misura e personalizzabili. Il 19% sceglie, invece, mobiletti prefabbricati e il solo 13% opta per soluzioni in pronta consegna.
- Cucine più grandi e aperte: è sempre diffuso il desiderio di open space. Il 52% delle cucine rinnovate sono più aperte verso le stanze adiacenti e la loro superficie viene ampliata (51%). Grazie a spazi più ampi e accoglienti, la cucina diventa un luogo di raccolta: il 46% degli italiani ci trascorre più tempo, anche in compagnia dei familiari.
- Colori classici: i colori prescelti sono quelli che non stancano con il passare del tempo, questo include elettrodomestici in acciaio inox (59%), mobili bianchi (40%) e pavimentazione grigia (20%).
- L’aspetto dei materiali conta: per i piani di lavoro è prioritario scegliere materiali facili da pulire (50%), mentre altre motivazioni alla scelta del materiale sono la durabilità (38%) e l’aspetto e sensazione al tatto (36%). Per la pavimentazione è invece importante l’impatto visivo (64%), la praticità nel pulire (53%) e la durevolezza (50%).

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?