Da sempre si è progettato con l'ausilio degli effetti luminosi. Le superfici piatte, infatti, si possono modificare virtuosamente con l'aiuto del chiaro-scuro.

Dal mometo in cui si è potuto pensare di bucare la struttura muraria, per far entrare negli ambienti chiusi aria e luce, le grandi e piccole costruzioni dell'uomo si sono avvalse dell'utilizzo della luce come elemento essenziale di vita.

Tutte le tipologie edilizie, poi, hanno utilizzato la luce per caratterizzarsi, distinguersi, affascinare. Tra le prime si annoverano anche le costruzioni religiose: le chiese che - in un dato periodo storico - sfruttavano il modo di catturare la luce naturale che filtrava dalle numerose finestre.

La luce diventa una guida, un segno, un supporto per il raccoglimento e le funzioni liturgiche della fede.
Ma valorizzare le valenze artistiche ed architettoniche dell’edificio non basta, la luce deve entrare in relazione con la sensibilità del fedele che prega o fruisce lo spazio sacro.

Progettare con la luce, quindi, non significa soltanto aver presente gli effetti della luminosità naturale, anche la illuminazione artificiale contribuisce alla buona ideazione di un luogo di culto.

E come ben indicato anche da Bianca Tresoldi, "Illuminare un luogo di culto, come una chiesa, non significa solo intervenire su un opera architettonica ad alto contenuto artistico, ma è soprattutto lavorare su uno spazio edificato ed organizzato per le funzioni religiose, la preghiera ed il raccoglimento".

Molto si è modificato negli anni, ed oggi si può anche, con il nuovo lighting design, pensare alla progettazione di sistemi di luce per fini religiosi, domestici, spettacolari, artistici.

È un settore del design in continua evoluzione grazie alle novità tecnologiche in continuo aggiornamento; la ricerca nel settore negli ultimi anni, infatti, è volta soprattutto a produrre nuove applicazioni di illuminazione artificiale automatizzata o semi-automatizzata.

E va ricordato che il lighting design comprende vari ambiti di applicazione della luce e in base a tali settori i progettisti vengono definiti anche con termini diversi, ma tutti riferiti allo studio e all'applicazione della luce.

Arch. Maria Luisa Gottari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?