In arrivo - forse - nuove modalità per la liquidazione dei compensi che sostituiscono le vecchie tariffe professionali.
Dopo tante reazioni e consultazioni, secondo il ministro della Giustizia, Paola Severino, è in arrivo la revisione del Decreto Parametri.

Professionisti variano i compensi alle prestazioniL’art.9 del D.L. 24 gennaio 2012 n. 1 (convertito con modificazioni nella Legge 24 marzo 2012, n. 27), nell’abrogare le tariffe delle professioni regolamentate nel sistema ordinistico, ha previsto che nel caso di liquidazione da parte di un organo giurisdizionale, il compenso del professionista debba essere determinato con riferimento a parametri stabiliti con decreto del ministro vigilante.

Infatti, con decreto del Ministro di Giustizia del 20 luglio 2012, n. 140 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 195 del 22 agosto 2012), è stato emanato il regolamento di attuazione della citata norma, il quale contiene i principi e i nuovi parametri per la liquidazione dei compensi, tra l’altro, degli architetti e ingegneri, applicabili alle liquidazioni successive all’entrata in vigore del decreto medesimo, come previsto all’art. 41.

Sebbene i parametri del suddetto "Regolamento recante la determinazione dei parametri per la liquidazione da parte di un organo giurisdizionale dei compensi per le professioni regolarmente vigilate dal Ministero della giustizia", siano previsti per i casi di contenzionso tra committente e professionista quando è il giudice a dover stabilire il valore della prestazione, pur tuttavia si è indirizzati a utilizzarli genericamente per tutte le prestazioni professionali sancite dallo stesso Decreto.

Per questo motivo, ma principalmente perché nel provvedimento erano previste varie occasioni di discrezionalità, le varie consultazioni con gli ordini professionali hanno portato ad una revisione del testo del provvedimento con accoglimento delle richieste di modifica, quali il ritorno alle vacazioni, alla possibilità di liquidare le spese in forma forfettaria.

Evidentemente ci sono ancora alcune proposte mal digerite e non ancora accettate.

Ing. Enzo Ritto
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?