Nella cornice del Grand Hotel Parco dei Principi, a Roma si è svolto il III Forum internazionale OICE sul BIM dal titolo: “Il BIM dalla progettazione alla gestione dell’opera: esperienze internazionali e nazionali di committenze e operatori pubblici e privati”.

E’ stata affrontata la sfida che committenze, progettisti e imprese di costruzioni devono sapere cogliere anche in una prospettiva di competizione globale.

Il Forum organizzato da OICE, l'Associazione delle società di ingegneria e architettura italiane ha offerto uno sguardo attento e qualificato - a partire dalle esperienze internazionali - su questo percorso che vedrà l'Italia impeganata a partire dal prossimo gennaio 2019 quando il BIM (Building Informatio Modelling) sarà realtà per tutte le opere pubbliche oltre i 100 milioni.

Durante il Forum, l'associata Italferr ha presentato in anteprima nazionale i contenuti del Primo Libro bianco sul BIM: “Innovare per progettare il futuro” analizzando le potenzialità del BIM nei prossimi dieci anni.

La digitalizzazione delle costruzioni, nel mercato italiano e internazionale e nelle gare d’appalto, è ormai una realtà che non si può più sottovalutare.

Riportiamo la conversazione di Andrea Picardi con Carlo Carganico, amministratore delegato e direttore generale di Italferr S.p.A., per condividere l’opinione sul nuovo sistema di informatizzazione dei processi costruttivi.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?