Al via la quarta edizione di del PIDA, il Premio Internazionale Ischia di Architettura. Si accendono i riflettori  sui progetti di strutture turistico-ricettive che coniugano la qualità dell’ospitare con il rispetto per l’ambiente: una serie di incontri, mostre, conferenze e workshop, tutti incentrati su due unici temi: architettura ed arte.

Premio Internazionale Ischia di ArchitetturaLa splendida villa “La Colombaia”, un tempo dimora del regista Luchino Visconti, si riconferma quale location che ospiterà dal 18 al 24 luglio l’evento frutto della collaborazione tra l’associazione PIDA, l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori di Napoli e Provincia, l’ANAB (Associazione Nazionale Architettura Bioecologica) e Federalberghi.

A coordinare il workshop intitolato “Da Eco-Mostro ad Eco-Progetto” ci sarà l’architetto Mario Cucinella, distintosi nei suoi lavori per l’attenzione alla sostenibilità ambientale, materia molto cara all’associazione che quest’anno ha scelto come tema progettuale il completamento di un fabbricato sito nel comune di Forio d’Ischia compiuto solo nella struttura portante, da trasformare nella prima eco-caserma dei Carabinieri in Italia.

Con l’arch. Cucinella ci saranno i tutor arch. Giancarlo Graziani, Ing. Francesco Rispoli, Arch. Federico Verderosa, Arch. Linda Nubani.
Quattordici sono i giovani architetti provenienti da tutta Italia che si sono iscritti ai quali si aggiungeranno due giovani architetti provenienti dagli emirati arabi.
Particolare attenzione sarà posta anche per l’aspetto illuminotecnico e Filippo Cannata, noto light designer internazionale, seguirà il gruppo di progettisti guidandoli nella ricerca della migliore soluzione che tenga conto della luce naturale ed artificiale in chiave di risparmio energetico.
Al termine del workshop ci sarà anche un riconoscimento speciale per il miglior progetto della luce.

Ma da Ischia nasceranno anche proposte artistiche: giovedì 21 alle 21:30 presso “La Colombaia” sarà presentata l’iniziativa “Cinque artisti per cinque piazze dell’isola” con le idee per sculture o installazioni temporanee di Felix Policastro, Giovanni De Angelis, Pierino e Vele, l’arch.Fabio Rotella e l’arch. Riccardo Dalisi.
Gli architetti Roberto Serino insieme con Paola Galante presenteranno un’idea progettuale per la sistemazione di una piazza nel Comune di Forio. Oltre agli artisti interverranno: Ing. Francesco Rispoli (prof. università di Napoli Federico II), Arch. Stefano Casciani (Critico di Architettura), Luigi P. Puglisi (Critico di Architettura), Arch. Raffaele Cutillo (curatore videomostra), Avv.Enzo Di Maio (assessore Cultura Comune Forio).
A seguire sarà inaugurata la videomostra “Luci sulla città. Il corpo della città, anamnesi, visioni incroci” a cura di Raffaele Cutillo.

Venerdì 22 (stesso orario e location) si discuterà del “concorso in architettura quale strumento democratico di governance del territorio”, della “nuova proposta di legge per la qualità in architettura”, del “Osservatorio professione architetto, l’indagine del CRESME”, con Giorgio Santilli (redattore e promotore della legge, vincitore della sezione giornalismo del PIDA), l’Arch. Leopoldo Freyrie (Presidente Consiglio Generale Architetti), l’On. Francesco Giro (Sottosegretario ai Beni Culturali), L’arch. Paolo Pisciotta (Consigliere Nazionale CNA), l’Arch. Alessandro Castagnaro (Presid. ANIAI), l’Arch. Antonello Monaco (Presid. ISAM), l’arch. Gerardo Cennamo (vicepresidente Consiglio Nazionale degli Architetti), Avv. Michele Calise (Assessore Urbanistica Comune di Forio) e Nicola Monti (Assessore Attività Produttive Comune di Forio).
A seguire, l’inaugurazione della mostra del fotografo-architetto Luigi Filetici.

Per la serata conclusiva di sabato 23 (stesso orario e location) ci sarà la conferenza “Albergo del futuro, in che direzione sta andando la progettazione delle strutture ricettive?” e la presentazione dei risultati del workshop "da ecomostro ad ecoprogetto” la nuova caserma dei Carabinieri Forio.
Interverranno al dibattito l’Arch. Gennaro Polichetti (Presid. Ordine Architetti Napoli), l’Arch. Italo Rota, l’Arch. Giovanni Polazzi, Arch. Cesare Casati (direttore magazine ARCA), Arch. Mario Cucinella, Ermanno Mennella (Presid. Federalberghi Ischia), Ing. Giovanni Guglielmi (Provveditore Lavori Pubblici Provincia Napoli), Prof. Linda Nubani (American University Dubai), Federico Verderosa (Consigliere ANAB), Franco Regine (Sindaco Forio).

A seguire saranno consegnati i premi del concorso 2011. Per la sezione Architettura i vincitori sono Rosario Cusenza e Maria Salvo per il recupero ambientale di una cava dismessa nell'isola di Favignana con la realizzazione di un albergo ipogeo a quattro stelle; per la sezione Interior Design i vincitori sono l’arch. Arch. Mauro Piantelli (studio DE8) con il Design YAS Marina Hotel, Abu Dhabi, UAE. Infine verranno premiati i vincitori dei premi speciali della giuria, Italo Rota (PIDA alla carriera),  Mario Cucinella (PIDA internazionale alla sostenibilità), Giorgio Santilli (PIDA sezione giornalismo) e Luigi Filetici (PIDA alla fotografia). A presentare e moderare le serate sarà l’Arch Giancarlo Graziani.

PIDA
Villa La Colombaia – Forio
Via Francesco Calise, 73
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?