È legge il Piano casa 2014, dopo la conversione del Decreto Legge n. 47 del 2014 che affronta l'emergenza abitativa. Una delle principali novità introdotte da questo decreto è la lotta agli abusivi: adesso è in vigore il divieto di allacciarsi ai servizi pubblici (gas, luce, acqua eccetera) per chi occupa abusivamente un immobile, e quindi diventa impossibile chiedere la residenza.
Sono quindi cambiate le regole per chiedere (o modificare) la residenza: le informazioni e i nuovi moduli sono disponibili qui.

La buona notizia è che sia le iscrizioni anagrafiche (per chi proviene da un altro comune o dall'estero) che le variazioni di indirizzo (per chi già risiede nel territorio barese e trasferisce la propria dimora abituale presso un altro indirizzo) sono effettive entro due giorni lavorativi dalla data di ricevimento dell'istanza da parte dell'ufficio competente.

A partire dal terzo giorno è già possibile ottenere i certificati di residenza e di stato di famiglia, limitatamente alle informazioni dichiarate, mentre tutti gli altri documenti anagrafici potranno essere richiesti dall'ottavo giorno dalla data di dichiarazione resa.

Fonte: comune di bari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?