Laurie Olin

Nella prima decade di dicembre si è svolta a Roma, presso la Casa dell’Architettura, una interessantissima lectio magistralis dell'architetto paesaggista Laurie Olin, professore emerito di Università americane, organizzata dal Pantheon Institute con l'Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia.

La conferenza di Laurie Olin, uno dei più grandi architetti paesaggisti del nostro tempo, dal titolo Landscape and Civic Realism, ha entusiasmato per le sue enunciazioni sul "realismo" che comprendeva artisti progressisti e scrittori (come Manet, Renoir, Monet, Pizarro, Degas, e Baudelaire) e le descrizioni dettagliate delle sue opere contemporanee.

Olin ha parlato di architettura urbana per la realizzazione e la rimodulazione dei luoghi civici, (connotati ad un realismo civico per la vita quotidiana, eventi occasionali, e forse anche occasioni solenni o celebrazioni straordinarie), ma ancor più precisamente del rapporto tra la realizzazione di luoghi civili e il mezzo dell'architettura del paesaggio.

Battery Park City

Una delle attività centrali degli architetti del paesaggio, infatti, è la pianificazione e la progettazione del territorio e delle sue caratteristiche, tra cui il posizionamento e le relazioni di diversi elementi: terra, acqua, vegetazione, strade, marciapiedi ed anche strutture edilizie per fini privati e pubblici.

Olin ha sostenuto che il ruolo del designer del paesaggio è quello di trasformare il banale o l'ordinario in "particolare", portando il visitatore a contatto con l'essenza stessa dei luoghi.
E questa esperienza viene creata attraverso la progettazione e la costruzione o rimodulazione di un sito, cosicché Laurie Olin - nei suoi progetti - sceglie il pragmatismo senza finzione, la semplicità con l'armonia, e crea spazi che si presentano sempre "eleganti e senza tempo".

Persino la Casa Bianca ha descritto Olin come "un architetto paesaggista per eccellenza" che è "rinomato per il suo acuto senso di armonia ed equilibrio tra natura e design... che continua a dedicare le sue energie a formare molti spazi iconici intorno al mondo."

Arch. Maria Luisa Gottari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?