In ottocento e più atterreranno a Venezia fino all’11 aprile prossimo. Un vero esercito di architetti, progettisti e specialisti internazionali del settore arredo si alternerà per cinque giorni tra Venezia città storica e Gruaro, sede operativa del produttore di blindate Oikos.
Imponente l’organizzazione come altissima è l’aspettativa per questo appuntamento che unisce tradizione e presente e che parte da Venezia, dall’Arsenale, prima vera fabbrica organizzata della storia.

Molteplici le affinità tra l’antico Arsenale di Venezia e Oikos: le capacità artigianali sapientemente espresse dalle mani di maestranze specializzate, l’organizzazione industriale scandita da processi sistematici come l’approvvigionamento di materie prime, le operazioni di assemblaggio, la divisione in reparti, il controllo attento di qualità. Tutti passaggi e operazioni che permettono di ottenere, allora come oggi, prodotti totalmente realizzati all’interno dell’azienda.

La presentazione aziendale di Oikos inizierà dall’Arsenale di Venezia. Una visita guidata come modo di esprimere il legame che unisce un’industria moderna a ciclo produttivo integrato alla capacità artigianale manifestata dalle mani delle maestranze specializzate. Un sapere organizzato che in questi anni ha permesso ad Oikos di crescere personalizzando ciascun prodotto in base alle esigenze più disparate.

Ed è sempre all’Arsenale di Venezia che si ispira l’organizzazione del nuovo stabilimento produttivo di Oikos a Gruaro. Novemila metri quadri di reparti coerentemente organizzati per ridurre i tempi di produzione senza nulla togliere alla componente artigiana e alla qualità di prodotto. Una sequenza di settori capillarmente gestiti pronti a sostenere il giudizio degli addetti ai lavori ospiti. Lavorazione delle lamiere, saldatura, assemblaggio telai, verniciatura e ancora falegnameria, imballaggio, depositi, magazzini... tutto a vista e tutto rigorosamente ordinato, con settori altamente automatizzati per rispettare l’obiettivo: continuare a realizzare un prodotto artigianale attraverso un’organizzazione produttiva industriale.

I materiali rigorosamente 'Made in Italy' e lo studio personalizzato rendono unico ogni esemplare dalla maniglia al cardine brevettato, dal legno selezionato fino alla chiave codificata, passando dagli intarsi di vetro, ceramica persino cemento applicati e decorati.

Info: www.oikos.it

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?