La consapevolezza che gli investimenti in sicurezza siano costi giustificati e indispensabili è ben lungi dall'essere generalizzata.
Molta strada deve ancora essere fatta per poter dire che è migliorata la 'cultura della sicurezza'.

L'INAIL, oltre ad aver attuato l'interessante workshop “I costi della non sicurezza”, ha sviluppato il software Co&Si (Costi e Sicurezza) per assistere il datore di lavoro nella determinazione delle spese da lui sostenute per la salute e sicurezza (soprattutto quello delle piccole e medie imprese) sia quelle generate dalle misure di prevenzione e protezione sia quelle generate dal verificarsi di eventi infortunistici.

L'applicativo Co&Si nasce dalla convinzione che la prevenzione sui luoghi di lavoro sia un investimento e non un costo; un investimento dagli incalcolabili ritorni sociali ed umani ma anche economici che invece si possono tentare di quantificare.

Co&Si utilizza una serie di parametri utilizzati dal software per la stima economica complessiva:
- costo legato all’assenza dal lavoro per malattia,
- costo per la sostituzione di un lavoratore infortunato,
- costo legato al tempo impiegato dal personale per indagini sull’infortunio,
- costo dovuto alla mancata produzione,
- costo dovuto a sanzioni penali a carico dell’azienda,
- costi assicurativi,
- costo per l’addestramento dei nuovi dipendenti,
- costi legati alla formazione,
- costi legati all’uso dei DPI, ecc..

Ma l’applicativo gratuito - si può trovare nella pagina web dell’Inail in “accedi ai servizi online” - consente anche di stimare il possibile risparmio economico ottenibile con una buona gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

Ing. Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?