Dal 1 gennaio 2012 sono scattati i nuovi obblighi in merito alla prestazione energetica degli edifici previsti a livello nazionale.
Il Decreto Lgs. n. 28 del 3 marzo 2011, di recepimento della Direttiva Europea 2009/28/CE, con l’art.13 aveva introdotto modifiche all’articolo n.6 del D.Lgs. 192/05 in merito alla certificazione energetica degli edifici:
- (Art. 11 e Allegato 3), obblighi di utilizzo delle fonti rinnovabili negli edifici di nuova costruzione e sottoposti a ristrutturazioni importanti;
- (art. 13), obbligo, in sede di compravendita o locazione, dell’introduzione di una clausola in cui l’acquirente o il locatore dichiara di aver ricevuto le informazioni e la documentazione in ordine alla certificazione energetica degli edifici.

Obbligo certificazione energetica degli edificiNel decreto era stato chiarito che:
- "Nei contratti di compravendita o di locazione di edifici o di singole unità immobiliari è inserita apposita clausola con la quale l’acquirente o il conduttore danno atto di aver ricevuto le informazioni e la documentazione in ordine alla certifi cazione energetica degli edifici. Nel caso di locazione, la disposizione si applica solo agli edifici e alle unità immobiliari già dotate di attestato di certificazione energetica."
- “Nel caso di offerta di trasferimento a titolo oneroso di edifici o di singole unità immobiliari, a decorrere dal 1 gennaio 2012 gli annunci commerciali di vendita riportano l’indice di prestazione energetica contenuto nell’attestato di certificazione energetica.”

Il Decreto stabilisce quindi che tutti gli annunci commerciali di vendita, dall’editoria, alla tabellonistica fino ai portali web e tutti gli altri mezzi di comunicazione dovranno riportare l’indice di prestazione energetica dell’edificio o della singola unità immobiliare oggetto di compravendita; sarà quindi necessario far redigere l’attestato di certificazione energetica da un certificatore accreditato e poi riportare i dati in esso contenuti negli annunci pubblicati.
L'indice da riportare è quello di prestazione energetica globale, di cui alla definizione che il D.Lgs.192/05 fornisce nell'allegato A alla voce "indice di prestazione energetica".
Va ricordato, quindi, che non è ammessa la sola autocertificazione in classe G di qualità scadente, se non riporta il valore in KWh/mq anno.

Ing. Enzo Ritto
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?