Continuano a crescere perplessità sul Decreto Ministeriale 20 giugno 2014 (pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 4.7.2014 n. 153) circa i tempi entro cui gli impianti dovranno essere dotati del nuovo libretto.

In effetti molti dicono che la vicenda assume aspetti grotteschi perché nonostante il comunicato stampa del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha cercato di ufficializzare in modo improprio la effettiva intenzione del Governo di provvedere ad una proroga al DM 10 febbraio 2014 (tempo previsto: a partire dal 1 giugno 2014), il testo del nuovo decreto, nella sua semplicità dice così:
- Art.1, comma 1 - Entro e non oltre il 15 ottobre 2014 gli impianti termici sono muniti di un "libretto di impianto per la climatizzazione" (di seguito: il Libretto) conforme al modello riportato all’'llegato 1 del presente decreto;
- Art. 2, comma 1 – Entro e non oltre il 15 ottobre 2014 in occasione degli interventi di controllo ed eventuale manutenzione di cui all'art. 7 del decreto del Presidente della Repubblica 74/2013, su impianti termici di climatizzazione invernale di potenza utile nominale maggiore di 10 kW e di climatizzazione estiva di potenza utile nominale maggiore di 12 kW, con o senza produzione di acqua calda sanitaria, il rapporto di controllo di efficienza energetica di cui all’art. 8, comma 5, (di seguito: il Rapporto) si conforma ai modelli riportati agli allegati II, III, IV e V del presente decreto.

La Confederazione Nazionale dell'Artigianato (CNA) insiste, quindi, nel sostenere che il DM 20 giugno 2014 introduce un termine tassativo e non una proroga.
La situazione è davvero grottesca e le Regioni, dal canto loro, hanno cominciato a emanare atti in linea con l'interpretazione data dal Ministero dello sviluppo secondo cui trattasi di una proroga - oltre a pubblicare i propri modelli di libretto e rapporti con modifiche e/o aggiunte rispetto al modello Ministeriale (allegato al DM 10 febbraio 2014).

La Provincia autonoma di Trento in un comunicato ufficiale ha specificato che "il 15 Ottobre 2014 diventa la data a partire dalla quale si deve provvedere alla sostituzione o alla compilazione del nuovo libretto di impianto".

La Regione Lombardia ha emanato un Decreto (n. 6518 del 7 luglio) nel quale si indica "nel 15 ottobre 2014 la data a partire dalla quale si deve provvedere alla sostituzione o alla compilazione del nuovo libretto di impianto e dei relativi rapporti di controllo di efficienza energetica".

La Regione Abruzzo ha fatto propri i contenuti del comunicato stampa ministeriale ed ha inviato una mail a tutte le autorità competenti della Regione invitandole ad uniformarsi all'interpretazione secondo la quale quella del 15 ottobre 2014 è la data a partire dalla quale si deve provvedere alla sostituzione o alla compilazione del nuovo libretto.

Ing. Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?