Contestualmente alla consegna ufficiale del cantiere da parte del presidente della Regione, Roberto Cota, del responsabile regionale del procedimento, Luigi Robino, e del direttore dei lavori, Carlo Savasta, all’associazione temporanea di imprese vincitrice dell’appalto dell’opera (TorreregionePiemonte Soc. Cons. a.r.l.), l’assessore al Patrimonio, Giovanna Quaglia, ha firmato con i sindacati di categoria un accordo quadro che impegna le parti al rispetto rigoroso di tutte le normative vigenti in materia.
In particolare, si identificano gli strumenti per garantire la prevenzione degli incidenti, il contrasto al lavoro nero e l’applicazione dei contratti collettivi nazionali. Il tutto accompagnato da un costante confronto e monitoraggio da parte di tutti gli attori interessati sul corretto andamento dei lavori.

Nuova sede unica della Regione PiemonteLa realizzazione della nuova sede unica della Regione Piemonte rientra nel progetto di riqualificazione dell’area urbana torinese denominata Avio-Oval, che comprende le aree ex Fiat Avio (di proprietà della Regione Piemonte) e R.F.I. (di proprietà delle società R.F.I SpA e F.S. Sistemi Urbani Srl) ed è delimitata dalla ferrovia, dal Lingotto e dalle vie Nizza e Passo Buole.
La riqualificazione urbana, che dovrebbe completarsi in dieci anni, prevede, oltre al palazzo uffici, la realizzazione delle opere di urbanizzazione e infrastrutturali e di edifici residenziali e per il commercio, con aree a verde, di cui 25 mila mq di parco urbano.

DESCRIZIONE DELL’OPERA
- CORTE INTERRATA: ai livelli -1 e -2 : gli archivi generali, il centro stampa, il magazzino economale, le centrali tecnologiche, la mensa, il centro fitness.
- TORRE: fulcro dell’intero complesso, è alta circa 200 metri, e prevede 41 piani fuori terra destinati ad accogliere tutti gli uffici regionali. Costruzione in cemento armato e vetro. Accesso da via Nizza
- CENTRO SERVIZI: collocato sul lato ovest della corte interrata e collegato al palazzo da un tunnel vetrato sospeso: contiene il centro congressi, la biblioteca e la mediateca, tutte funzioni aperte ad una utenza esterna. E’ dotato di un accesso indipendente che ne permette il funzionamento separato dalle attività degli uffici
- ASILO NIDO: caratterizzato da una trasparenza colorata e disegnato con forme libere, sarà collocato alla base del Centro Servizi, su un solo piano fuori terra. Aperto anche all’utenza esterna, disporrà di 75 posti complessivi.
- PARCHEGGIO INTERRATO: prevalentemente ad uso pubblico, distribuito su tre livelli interrati, prolungamento ed estensione della corte interrata con cui sono direttamente connessi 38 mila mq di superficie. I posti auto previsti sono 1300.

IL PROGETTO
Gruppo di progettazione: Raggruppamento Temporaneo tra Fuksas Associati s.r.l. (capogruppo mandatario), AI Engineering srl, AI Studio, Manens-TiFS S.p.A, Geodeta S.p.A (mandanti)
Impresa Appaltatrice: Associazione Temporanea di imprese costituita da COOPSETTE Società Cooperativa, C.M.B. Società Cooperativa Muratori e Braccianti di Carpi, UNIECO Soc. Coop., De-Ga s.p.a., Kopa Engineering s.p.a. e Idrotermica Coop Soc. Coop costituitesi in società consortile a r.l. TORREREGIONEPIEMONTE
IMPORTO DELL’OPERA: 208 milioni di euro con formula leasing in costruendo

Riqualificazione dell’area urbana: il palazzo della Regione è solo una parte dell’opera di riqualificazione di un’area industriale dimessa, sulla quale sorgeranno 25 mila mq di parco urbano e 90 mila mq di edifici residenziali e commerciali.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?