In occasione del Natale di Roma, si sono accese le luci nei tre principali Fori Imperiali, quelli di Augusto, di Nerva e Traiano.
Un intervento d’illuminazione artistica permanente ha cambiato il volto notturno ad uno dei siti archeologici più importanti al mondo e simbolo di una storia che ancora oggi, dopo 2.000 anni, non finisce mai di sorprendere e conquistare tutti.

L'area compresa tra il Campidoglio, il Palatino e il Quirinale è protagonista di un
grande intervento ideato dal vincitore di tre premi Oscar per la fotografia (con capolavori come "Apocalypse Now", "Reds" e "L'ultimo Imperatore") e dall’architetto Francesca Storaro che ha realizzato anche il progetto illuminotecnico.

L'illuminazione artistica, realizzata esclusivamente con fari led ERCO ad alta precisione, un sistema di controllo della luce (progettato da HELVAR) ed un elevato risparmio energetico, raggiunge ottimamente l'obiettivo di far rivivere le memorie della grande storia dell’Impero Romano.

Per il Foro di Augusto la luce, spiega Storaro, sarà “onda che sale dalla terra e avvolge il tempio di Marte Ultore”, segno visibile della pax romana che avvolge, al nascere dell’impero, l’Urbe e il mondo come un nuovo sole di civiltà. Luci “centrifughe e centripete”, invece, per il Foro di Traiano; fasci di luce che diranno, diramandosi dal fulcro della grande colonna e facendosene attrarre, imprese e scontri di forze ai tempi del princeps che diede all’impero la sua massima estensione.

Il progetto Illuminotecnico

Nell’illuminazione dei Fori Imperiali sono stati utilizzati solo apparecchi con tecnologia LED e in particolare il progettista ha individuato nei corpi illuminanti ERCO gli strumenti idonei alla realizzazione dell’ideazione luministica.
I motivi di tale scelta sono da un lato le performance elevate pur con consumi energetici estremamente contenuti, dall’altro la flessibilità dei sistemi ottici intercambiabili (brevettati) grazie ai quali è possibile modificare il fascio di luce in base alle esigenze degli oggetti da illuminare, garantendo un’altissima precisione progettuale.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?