Secondo il CRESME nel 2015 finirà la fase recessiva del settore edile e ci sarà una grande rivoluzione, che vedrà una Building Information Modeling, cioè un cambiamento tecnologico che produrrà nuovo lavoro.

Geometri, architetti, ingegneri, agronomi, imprenditori edili ed impiantisti, riuniti insieme al convegno di CNA, svoltosi nei giorni scorsi presso la Camera di Commercio, ricominciano a sperare nel futuro.
E' quanto ha suscitato il relatore Lorenzo Bellicini, esperto del CRESME, Centro Studi leader in Italia per il mercato delle costruzioni.

"Le Costruzioni nel XXI secolo: innovazione e filiera edile", questo l’argomento dell'incontro teso a mettere in luce le potenzialità dell’innovazione di processo, resa ancor più evidente grazie a uno strumento come il B.I.M. (Building Information Modeling), e con l’integrazione tra i diversi attori della filiera delle costruzioni.

Fonte: CRESME

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?