E' stata finalmente inaugurata, sabato scorso, la stazione di piazza Municipio della linea 1 del Metrò di Napoli la cui costruzione è cominciata nel dicembre 1976, rallentata dai numerosi ritrovamenti (di rilevante importanza) di reperti archeologici della zona.

L'eccezionalità e la quantità di reperti rinvenuti, tra cui anche tre navi di epoca romana, hanno fatto sì che venisse definita stazione "archeologica". All'interno della stazione, quindi, è stata allestita un'area museale permanente con parte dei ritrovamenti archeologici rinvenuti a Piazza Municipio.

Il cantiere è stato per anni il più grande scavo archeologico urbano, e ha restituito alla città quasi 3.000 reperti di ottima qualità, oltre al prestigioso parco archeologico che, partendo dal fossato del Maschio Angioino e sviluppandosi al di sotto di tutta la piazza sovrastante, ospiterà i numerosissimi reperti archeologici scoperti nei numerosi cantieri della metro partenopea come le tre barche, risalenti alla dominazione romana, ritrovate proprio nella zona del porto.

Il ministro per le infrastrutture Graziano Delrio e il sindaco di Napoli Luigi De Magistris hanno inaugurato con soddisfazione la 17esima stazione della linea 1, che è costata finora circa 1 milione e 700 mila euro.

Tutta l'opera è stata progettata dagli architetti portoghesi Àlvaro Siza Viera ed Edoardo Souto de Moura ed ha subito ben 27 varianti per i meravigliosi ritrovamenti archeologici.

La nuova stazione, che serve le zone di piazza del Plebiscito, quartieri Spagnoli e Beverello, è stata solo visitata dalla cittadinanza nel giorno di sabato, poichè dopo il breve ed obbligatorio periodo di pre-esercizio sulla tratta, il 2 giugno arriveranno e partiranno i treni, ogni 10 minuti, anche da "Municipio".

Eleonora Tamari

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?