Il ministro Marianna Madia ha comunicato (con nota pubblicata sul sito istituzionale) l'approvazione ufficiale dei Modelli Unici Semplificati per la CIL (comunicazione inizio lavori) e la CILA (comunicazione inizio lavori asseverata) per gli interventi di edilizia libera.

La Conferenza Unificata aveva sancito (a dicembre) l'Accordo tra Governo, Regioni, Comuni, Città metropolitane e Province, concernente l'adozione dei due moduli unificati e semplificati (CIL e CILA).
Entrambi i modelli dovranno semplificare le procedure burocratiche per imprese e cittadini, sostituendo i moduli attualmente in uso degli oltre 8.000 Comuni italiani.

E' il primo passo nell'attuazione dell'Agenda per la semplificazione 2015-2017 condivisa tra Governo, Regioni ed autonomie locali, nonché approvata nella Conferenza Unificata e dal Consiglio dei Ministri.

Come è noto, ai sensi del decreto-legge 24 giugno 2014, n. 90, convertito dalla legge 11 agosto 2014 n. 114, i moduli unificati e standardizzati adottati costituiscono livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e sociali che devono essere garantiti su tutto il territorio nazionale.

Sulla base di quanto previsto dalla legge e dall'Accordo, quindi, le Regioni dovranno adeguare entro 60 giorni (e cioè entro il 16 febbraio) la modulistica alle specifiche normative regionali e di settore (utilizzando le informazioni individuate come variabili). Entro lo stesso termine, i Comuni adeguano la modulistica in uso.

Arch. Lorenzo Margiotta

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?