Il Louvre, che è certamente uno dei musei più importanti dell’intero pianeta (attira oltre 8 milioni di visitatori l'anno) ma l'ingresso principale, posto sotto la grande piramide di vetro, crea un notevole disservizio per le lunghe code che si creano ogni giorno.

Jean-Luc Martinez, il nuovo direttore del museo di Parigi, ha deciso di attrarre ancora più pubblico, evitando le code, con i lavori di modifica dell'ingresso alla piramide del Louvre che inizieranno presumibilmente a giugno.

E' stato interpellato l'architetto cino-americano I.M. Pei, che ha progettato la piramide nel 1989 e che ha da poco festeggiato il suo 97esimo compleanno.

Nel 1981, solo pochi mesi dopo la sua nomina a presidente della Repubblica Francese, François Mitterand propose di rinnovare e rendere più funzionali le strutture museali del Louvre. Il progetto venne affidato all’architetto cino-americano Ieoh Ming Pei che fu fortemente contestato per la sua eccessiva modernità e l'uso di materiali freddi come il vetro e l'acciaio.

Ma venti anni di lavoro e un investimento di un miliardo di euro, hanno migliorato la presentazione delle opere e hanno dato vita ad una città sotterranea che, con biglietteria, luoghi di ristoro e boutique di vario genere, è oggi il simbolo adeguato di uno dei più grandi e visitati musei del mondo.

Come accesso principale, Pei ideò una monumentale piramide di vetro. Naturalmente la creazione di quest’opera tanto imponente e moderna nella vecchia Cour Napoléon diede adito a non poche critiche che definirono il progetto un "Grande Errore", osteggiando "La geometria glaciale" della Piramide.

Ma come già era successo un secolo prima con la Tour Eiffel, nonostante le critiche aspre, il monumento ha riscosso, sin dall’inaugurazione nel 1989, un gran successo!
E oggi, per puntare a un raddoppio della capacità di accesso al museo, si prevedono questi lavori di modifica che dureranno tre anni ma che contribuiranno a ridurre la lunghezza delle code e il sovraffollamento.

Alessandra Agrimoni

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?