Con la pubblicazione del decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze è finalmente attuativo l’art. 5 del D.lgs. 29 dicembre 2011 n. 229, concernente le informazioni che devono essere fornite da P.A. e soggetti destinatari di finanziamenti per la realizzazione di opere pubbliche a carico del bilancio dello Stato.

Lavori Pubblici nuova trasparenza per imprese e Pubbliche AmministrazioniSecondo le disposizioni del decreto (Gazzetta Ufficiale del 26.2.2013) le imprese aggiudicatarie dovranno fornire tutte le informazioni relative al proprio profilo azienale (ragione sociale, numero dipendenti, tutori legali, e quant'altro necessario alla completa definizione del profilo), oltre alle informazioni dettagliate inerenti i finanziamenti ottenuti e lo stato di avanzamento dei lavori.
 
Nel decreto, infatti, è stabilito che l’adempimento degli obblighi di comunicazione è un presupposto per il relativo finanziamento a carico del bilancio dello Stato, che andrà verificato (all’atto della sua erogazione) dai competenti uffici preposti al controllo della regolarità amministrativa e contabile.

E' importante segnalare che il mancato assolvimento degli obblighi di comunicazione può indurre la Pubblica Amministrazione ad interrompere l’erogazione del finanziamento.

Le Amministrazioni invece hanno l’obbligo di comunicare tutti i dati relativi alle opere pubbliche ad un database informatizzato, inserendo informazioni anagrafiche, finanziarie, fisiche e procedurali relative alla programmazione delle opere, all’affidamento ed allo stato di attuazione dei lavori.

L’obbligo si applica alle opere pubbliche in corso di progettazione o realizzazione a partire dal 21 febbraio 2012. Anche per gli enti pubblici l’inosservanza di questi obblighi comporterà inevitabilmente la revoca del finanziamento dell’opera.

Per quanto riguarda la tempistica (di cui all'articolo 3 del decreto), i dati dovranno essere inoltrati ogni due mesi, (28 febbraio, 30 aprile, 30 giugno, 31 agosto, 31 ottobre e 31 dicembre di ciascun anno) e i dati raccolti saranno inseriti nel sistema centrale entro i 30 giorni successivi.

In sede di prima applicazione del presente decreto, le Amministrazioni e i soggetti aggiudicatori rilevano le informazioni con riferimento allo stato di attuazione delle opere al 30 giugno 2013 e le rendono disponibili alla banca dati delle amministrazioni pubbliche nelle date comprese tra il 30 settembre 2013 e il 20 ottobre 2013.    

Maria Zenoli
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?