Sono settimane, ormai, che il gran caldo e il continuo irraggiamento solare provoca non solo grandi disagi al lavoro ma anche gravi disfunzioni al fisico di tutti coloro che sono costretti a lavorare all'aperto.

Lavorare nei cantieri all aperto e nel caldoLa Suva, principale assicuratore in Svizzera nel campo dell'assicurazione obbligatoria contro gli infortuni, ha da tempo realizzato una Lista di controllo per tutelare i lavoratori dei cantieri all'aperto dal pericolo dei danni  provocati da un intenso irraggiamento solare.

Con questa "check list" si può rispondere alla fatidica domanda: c'è vera sicurezza per tutti i lavoratori all'aperto? Sono tutelati contro gli effetti della canicola, dei raggi Ultravioletti (UV) e dell’ozono?

Canicola:
durante i periodi di caldo intenso l’organismo è fortemente sollecitato, soprattutto se l’umidità atmosferica è molto elevata. Le persone più colpite sono quelle che svolgono lavori fisici all’aperto. A soffrirne maggiormente è l’apparato circolatorio. Le temperature molto elevate possono causare crampi, esaurimento fisico o, nella peggiore delle ipotesi, un colpo di calore.

Radiazioni solari (raggi UV):
i raggi ultravioletti, invisibili e impercettibili, ci raggiungono ogni giorno tramite l’irraggiamento solare. In estate i valori massimi giornalieri si registrano tra le 11:00 e le 15:00. A partire da una determinata intensità i raggi UV possono provocare tumori della pelle o lesioni oculari.

Ozono:
l’ozono si forma quando l’irraggiamento solare è molto intenso, soprattutto in estate. I valori massimi giornalieri si registrano nel tardo pomeriggio (all’incirca tra le 16:00 e le 18:00). L’ozono che si forma in prossimità del suolo (ozono troposferico) ha l’effetto di un gas irritante. Una prolungata esposizione ad
elevate concentrazioni di ozono può provocare bruciore agli occhi, irritazioni della gola e della faringe, insufficienza respiratoria e mal di testa.

E con la questa lista di controllo il Suva garantisce di poter gestire meglio queste situazioni di pericolo.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?