Buona parte delle iniziative del Governo Renzi puntano sull'Edilizia Scolastica: bando di finanziamento per indagini diagnostiche, agevolazioni su manutenzioni per efficientamento energetico, finanziamento solai, indagine strutture scolastiche del territorio nazionale, fondi progettazione nuove scuole.

Tutti i Comuni italiani sono stati invitati a fare la loro parte, e sembra che anche nuove idee possano essere realizzate con la massima partecipazione di cittadini e tecnici professionisti.

L’amministrazione comunale di Cerreto Guidi (FI) è impegnata sul fronte dell’edilizia scolastica lungo due direttrici: da una parte la manutenzione e il miglioramento dell’esistente, dall’altra la realizzazione di una nuova scuola che, come ribadito dal sindaco Simona Rossetti, è un obiettivo che viene perseguito in modo “fermo e costante”.

"I cittadini si meritano chiarezza e informazioni corrette" - dice Simona Rossetti (in un suo intervento sulla situazione della scuola). "L’obiettivo di questa Amministrazione è arrivare a realizzare una scuola nuova e innovativa."

Infatti, continua il Sindaco: "In riferimento alla progettazione della nuova scuola dell’infanzia e primaria di Cerreto Guidi, prosegue il percorso avviato un anno fa che porterà all’affidamento dell’incarico per la stesura del progetto definitivo ed esecutivo. E continueremo a chiedere finanziamenti per un’operazione che ritengo altamente virtuosa e lungimirante".

In questo senso è stato avviato, già dallo lo scorso anno, un cammino che porti all’affidamento dell’incarico per la progettazione completa (preliminare, definitivo, esecutivo).

"IL PERCORSO SCUOLA – Le varie fasi del progetto" è proprio il tema che viene affrontato oggi, in un’assemblea pubblica (importante momento di approfondimento con tecnici di indubbia competenza) in programma alle ore 21.15, alla Palazzina dei Cacciatori, a Cerreto Guidi.

Molto interessante, infatti, la partecipazione di un urbanista, il Professor Carlo Natali del Dipartimento di Architettura dell’Università di Firenze e un geologo, e del Professor Eros Aiello del Centro di GeoTecnologie dell’Università di Siena.
Potrà essere una vera novità? Un nuovo percorso di progettazione partecipata? Si vedrà.

Graziella Surico

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?