Può una piccola città di provincia trasformarsi nella capitale della rigenerazione urbana?
Basterebbe una gita a Ferrara, nel cuore della pianura padana, per togliersi il dubbio, per scoprire che spesso è proprio nella tradizione che si possono trovare gli esperimenti più innovativi, non solo da un punto di vista urbanistico, ma anche sociale.

Per svelare cosa sta succedendo all’interno delle antiche mura, per presentare il nuovo volto della città, il capoluogo estense ospiterà dal 20 al 22 ottobre RiCrea, il primo festival italiano dedicato alla rigenerazione creativa di spazi e quartieri. Le sperimentazioni avviate a Ferrara, solitamente dipinta come un tranquillo “paesone” dal profilo rinascimentale, non si contano più. Negli ultimi cinque anni la vecchia caserma dei pompieri è diventata una factory, i magazzini fluviali un centro culturale, nelle sale del deposito comunale sono stati allestiti un teatro e una sala prove. Tra i giardini segreti del nucleo medievale un cassero del Quattrocento è stato recuperato per ospitare un coworking. Il decrepito Teatro Verdi, dove cinquant’anni fa si andava per assistere alla “rivista” tra balletti e cabaret, è in fase di ristrutturazione: diventerà un’arena polivalente per la promozione della mobilità sostenibile, con tanto di museo della bicicletta e bike cafè. Il decadente mercato ortofrutticolo è sottosopra: al suo interno troverà spazio l’Urban Center.

Il festival RiCrea – organizzato da Unife, Factory Grisù, Cna Ferrara e Camera di Commercio – racconterà queste esperienze e tanto altro: accoglierà le voci dei più interessanti casi studio italiani e stranieri, da Favara a Medellin, per offrire non solo agli addetti ai lavori ma soprattutto ai cittadini l’opportunità di approfondire un processo di cambiamento che diventerà con il tempo sempre più necessario e diffuso, di dialogare a tu per tu con i professionisti che per primi ci hanno investito, per capire quali possibili direzioni può intraprendere chi decide di cercare nuovi utilizzi per vecchi spazi. Il festival si terrà nel luogo che maggiormente rappresentano il volto nuovo di Ferrara: Factory Grisù, un tempo caserma dei vigili del fuoco, oggi studio e officina per programmatori 3D, grafici, fotografi, editori, esperti di e-commerce e designer. Il cantiere che completerà la sua riqualificazione è ancora in corso, e diventerà esso stesso argomento di discussione, visto che quando l’intero edificio sarà pronto si apriranno nuovi spazi a disposizione di chi farà richiesta.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?