Per l'Italia si delinea una migliore prospettiva economica, ma permangono "rischi significativi" che pesano sulla ripresa. E' questo il "verdetto" del rapporto conclusivo al termine della sua missione annuale del Fondo monetario internazionale (FMI) che comunque alza le stime di crescita del nostro Paese per l'anno in corso.

L'istituto di Washington prevedeva un aumento del (Pil) prodotto interno lordo italiano dello 0,8% sia per il 2017 che per il 2018. Il governo nel Documento di Economia e finanza ad aprile ha stimato una crescita all'1,1% per il 2017 e all'1% per il 2018.
Ora secondo il FMI il Pil crescerà intorno all'1,3% quest'anno per poi riattestarsi intorno all'1% nel triennio 2018-2020.

La ripresa in Italia proseguirà ma "i rischi al ribasso sono significativi" e legati, tra l'altro, "alle fragilità finanziarie, alle incertezze politiche, a una possibile battuta d'arresto del processo di riforma" e "alla normalizzazione" del corso della politica monetaria."
La "ricetta " del Fondo monetario internazionale (FMI) nel rapporto conclusivo al termine della missione in Italia comporta l'accelerazione al risanamento dei bilanci delle banche italiane e la riduzione in modo "realistico" e "tempestivo" del problema dei crediti deteriorati.

In particolare, sottolinea l'FMI, alle banche con "una debole capacità interna dovrebbe essere richiesto di intraprendere le azioni necessarie" come ingaggiare società specializzate. L'istituto di Washington rileva inoltre come i progressi nell'accelerare le procedure d'insolvenza delle imprese "siano stati limitati" e ritiene necessario continuare a compiere "passi ambiziosi" sul fronte della ristrutturazione aziendale.

il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni, visitando gli stabilimenti della Avio di Colleferro, ha detto che le notizie degli ultimi giorni ci "fanno intravvedere previsioni di crescita maggiori di quelle che erano state immaginate" e ci fanno dire che "l'Italia ce la puo' fare".
"Ho la consapevolezza che lavoro da fare è enorme perché le grandi cifre non si traducono immediatamente nella risposta delle esigenze delle famiglie e dei giovani, ma questo ci dice - ha concluso Gentiloni - che l'Italia ce la può fare".

Fonte: regioni.it

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?