La fattura elettronica è un documento informatico il cui contenuto deve essere nel tempo immutabile e non alterabile.

Con tele locuzione, quindi, si identifica un documento registrato in forma digitale attraverso modalità specifiche che permettono di salvaguardare l’integrità dei contenuti e l’univocità del soggetto che ha emesso la fattura, senza la necessità della stampa su carta.

Per attestare la data di emissione, l'autenticità della provenienza, l'integrità del contenuto di una fattura elettronica le normative nazionale e comunitaria prevedono l'apposizione, su ciascuna fattura, della firma elettronica (in Italia si deve parlare di firma digitale).

Sulla G.U. n. 118 del 22/05/2013 è stato pubblicato il D.M. 03/04/2013, n. 55, recante "Regolamento in materia di emissione, trasmissione e ricevimento della fattura elettronica da applicarsi alle amministrazioni pubbliche ai sensi dell'articolo 1, commi da 209 a 213, della legge 24 dicembre 2007, n. 244", in vigore dal 06/06/2013, attraverso il Sistema di Interscambio, nei riguardi delle amministrazioni pubbliche e amministrazioni autonome.

Gli obblighi relativi alla fattura elettronica decorrono:
- dal 06/06/2014, nei confronti dei Ministeri, delle Agenzie fiscali e degli Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale individuati come tali nell’elenco delle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato individuate ai sensi dell’art. 1, comma 5, della L. 30/12/2004, n. 311, pubblicato dall’ISTAT entro il 31 luglio di ogni anno;
- dal 06/06/2015, nei confronti delle restanti amministrazioni, escluse le amministrazioni locali.

A decorrere dal termine di 6 mesi dall’entrata in vigore del D.M. 55/2013 in argomento, il Sistema di Interscambio sarà reso disponibile alle amministrazioni che, volontariamente e sulla base di specifici accordi con tutti i propri fornitori, intendono avvalersene per la ricezione delle fatture elettroniche secondo le modalità del Regolamento. La data di effettiva applicazione del Regolamento sarà quella comunicata dall'amministrazione.

Dalle date di applicazione dell'obbligo indicate, le amministrazioni non potranno accettare fatture che non siano trasmesse in forma elettronica per il tramite del Sistema di interscambio.

Trascorsi 3 mesi dalle medesime date, le amminstrazioni non potranno procedere ad alcun pagamento, nemmeno parziale, sino all’invio delle fatture in formato elettronico.

Ing. Enzo Ritto

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?