La citta che cambia = architettura partecipataPer la riqualificazione di piazza Elsa Morante, al Laurentino 38, il Comune di Roma sceglie la strada dell’innovazione e della tecnologia, perché le vie della comunicazione e dell’incontro oggi non passano soltanto per la piazza di quartiere ma anche per i circuiti senza confini della multimedialità.

E’ con questo spirito che la Giunta comunale ha approvato il 10 novembre scorso il piano di riqualificazione di piazza Elsa Morante, un piano che guarda al futuro, così come al futuro guarda il progetto di demolizione di tre dei ponti del Laurentino 38, annunciato a poche ore di distanza dall’Amministrazione comunale.

Il progetto anticipa il Programma di Recupero urbano del Laurentino (Art. 11 Legge 493/93) e per realizzarlo il Comune impiegherà fondi attinti al bilancio 2005.

Straordinariamente innovative le soluzioni architettoniche: il progetto prevede infatti la realizzazione di un centro culturale multimediale composto da una mediateca di circa 500 metri quadrati, che sorgerà su una "agorà della multimedialità" di circa 2000 metri quadrati, collegata da un percorso pedonale alla sede di un incubatore d’impresa, che verrà insediato sull’ottavo ponte.

Ci sarà spazio anche per l’arte contemporanea, nella nuova piazza Elsa Morante: il progetto prevede la realizzazione di una sorta di art gallery con spazi porticati e spazi coperti, che per la loro flessibilità saranno disponibili per le esposizioni e per gli usi più diversi, purché all’insegna della cultura e della socialità.

Il verde pubblico sarà garantito da un boschetto di circa 1200 metri quadrati, che accoglierà spazi di sosta e di gioco e sulla quale si affaccerà una ludoteca, uno spazio di circa 300 metri quadrati dedicato alla cultura del gioco per bambini e ragazzi dai 3 ai 17 anni d’età.

A conclusione di quello che è un vero e proprio sistema di piazze sorgerà una "piazza cinema", un’area dedicata al cinema, allo spettacolo e al teatro dotata di uno spazio tecnico di circa 150 metri quadrati, che potrà essere usato anche come parcheggio di servizio di tutta l’area.

All’elaborazione del progetto - firmato dall’architetto Luciano Capelloni - hanno partecipato gli abitanti di Laurentino 38, che hanno avanzato proposte e richieste all’Amministrazione comunale, con la quale dialogano da anni per affrontare e superare i problemi che affliggono da tempo il quartiere.

fonte: romaeconomia.it
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?