La Pedemontana LombardaE' stato consegnato il 29 dicembre scorso, ad Autostrada Pedemontana Lombarda S.p.A., il Progetto Definitivo del Sistema Viabilistico Pedemontano.
Le società incaricate hanno infatti terminato la prima fase del lavoro di progettazione definitiva.

Nelle prossime settimane Autostrada Pedemontana Lombarda dovrà affrontare altri importanti passaggi, tra cui la validazione del Progetto Definitivo e l’approvazione da parte del concedente CAL.

Nel mese di marzo è prevista la pubblicazione del Progetto Definitivo dopo la quale il Ministero delle Infrastrutture potrà convocare la Conferenza dei Servizi.

Si procederà quindi alla conclusione dell’iter del Progetto Definitivo, alla revisione del Piano Economico Finanziario e della Convenzione. L’iter di approvazione del Progetto da parte del CIPE si potrebbe concludere entro i successivi 90 giorni.

Da ottobre 2009 potranno iniziare le procedure di esproprio, la progettazione esecutiva e le attività di cantierizzazione del primo lotto delle tangenziali di Como e Varese e della Tratta A da Cassano Magnago a Lomazzo e si potrà avviare la Gara per la  Progettazione  Esecutiva e di Lavori per le Tratte B1-B2-C-D da Lomazzo a Osio Sotto.

Il Presidente e Amministratore Delegato di Autostrada Pedemontana Lombarda Fabio Terragni, ha così commentato con soddisfazione il lungo lavoro svolto:
Il 2008 è stato un anno importante per la Pedemontana Lombarda. Nell’arco dell’anno abbiamo portato a termine tutti gli impegni assunti rispettando i tempi programmati.

Abbiamo bandito e assegnato ben sei gare d’appalto sopra soglia europea, di cui quattro con Commissioni nominate dai Ministri delle Infrastrutture, senza presentazione di neppure un ricorso. Ora il completamento del Progetto Definitivo è ulteriore motivo di soddisfazione per la Società.

Questi sono i risultati tangibili del lavoro svolto con grande impegno e competenza dall’intera struttura tecnica e amministrativa della Società, in collaborazione con la Regione Lombardia, CAL, le Province e i Comuni interessati dall’opera.

Parallelamente, Pedemontana Lombarda ha dedicato una straordinaria attenzione alle relazioni con il territorio, garantendo trasparenza e informazione a tutti gli attori coinvolti (Province, Comuni, parti sociali, Enti parco, associazioni ambientaliste).

Nel mese di gennaio una mostra sul Progetto Pedemontana Lombarda realizzata in collaborazione con Regione, Province, Camere di Commercio, Consorzio A.A.STER, IReR e agenzia fotografica Contrasto, dal titolo "Il Viale della Lombardia, una strada per la città infinita" verrà spedita a tutti i Comuni interessati per dare maggiore visibilità al progetto e rendere partecipe la popolazione.

L'Autostrada Pedemontana Lombarda

L'Autostrada Pedemontana Lombarda collegherà 6 province lombarde (Bergamo, Lecco, Monza e Brianza, Milano, Como e Varese), in un territorio abitato da circa 4 milioni di persone dove operano oltre 300.000 imprese. La nuova Autostrada si va ad inserire in un ambito territoriale sostanzialmente urbano, densamente abitato e fortemente edificato, cresciuto in modo disordinato.

Degli 87 km di autostrada, poco meno di 20, da Meda a Vimercate, saranno a tre corsie per senso di marcia, mentre le altre tratte (da Busto Arsizio fino a Meda, e da Vimercate alla A4, oltre alle tangenziali di Como e Varese) saranno a due corsie per senso di marcia.

Il costo complessivo lordo dell'opera è di circa 4.325 milioni di euro.

L'avvio dei cantieri è fissato nel 2010, mentre l'apertura al traffico dell'intera opera è prevista per il 2015.
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?