Ieri, 15 giugno, è stata la "Giornata mondiale del vento" per ricordare l’importanza degli investimenti nel settore delle rinnovabili ed in particolare in quello dell’energia eolica (dal vento).

La "Global Wind Day" è stata la giornata dedicata all'eolico, ma per l'Italia è stata l'ennesima constatazione della massiccia riduzione degli investimenti.
Nonostante proprio l’Italia avesse fortemente investito negli ultimi anni in questo settore (tanto da guadagnarsi il settimo posto nella classifica mondiale) nel 2013 si è registrato a un drastico calo degli investimenti in tutte le rinnovabili, dal fotovoltaico all'eolico.

In Italia si è registrato un calo di circa il 70% rispetto agli 1,3 GW installati nel 2012; in dettaglio le nuove installazioni sono state di appena 0,4 GW, contro gli 1,3 GW aggiunti nel 2012.

Va comunque ricordato che il rallentamento dell’eolico non ha interessato solo l’Italia ma tutta l'Europa che detiene comunque il primato mondiale con 117 Gw, l’equivalente del 37% della potenza installata in tutto il mondo, seguita dall'Asia che è al 36%.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?