Una manifestazione di protesta denominata "La giornata della collera" si terrà il 13 febbraio 2013 a Milano presso Piazza Affari e Palazzo Mezzanotte dalle ore 9.30 alle ore 13.00.

La Giornata della Collera evento di protesta contro la crisiOrmai è riconosciuto da tutti che purtroppo lo scenario sul futuro prossimo per il Settore delle Costruzioni non è affatto confortante. L'obiettivo della manifestazione, quindi, è sensibilizzare al massimo politici vecchi e nuovi sulla situazione drammatica dell'edilizia in Italia.

Nel quinquennio 2008-2012, l'ANCE ha valutato:
- Una riduzione degli investimenti nelle costruzioni del -25,8%, con  -47,3% per le nuove costruzioni.
- 43 miliardi di euro in meno  hanno riportato i livelli di produzione a quelli di 40 anni fa.
- Dall'inizio della crisi ad oggi oltre  40mila imprese chiuse.
- 550.000 posti di lavoro persi (settori diretti e collegati).

Questa situazione va in qualche modo stravolta con provvedimenti sostanziali, e l'unione delle associazioni e degli enti del settore potranno cercare di porre alla ribalta l'assoluta inefficacia delle iniziative del Governo Monti in merito a sviluppo e ripresa della crescita economica.

Tutte le associazioni di categoria possono incidere nella manifestazione che avrà sicuramente un grosso impatto mediatico e andrà a colpire politici vecchi e nuovi, facendo richieste forti e proposte concrete.

Perché questa manifestazione abbia un senso e possa portare un cambiamento significativo per tutto il settore, dovrà avere un forte impatto, partendo anche dal numero dei partecipanti.

Durante la mattinata sarà presentato, con un convegno a Palazzo Mezzanotte, il Manifesto dell'iniziativa condiviso da tutte le associazioni coinvolte.
Il Manifesto (contenente le problematiche, ma soprattutto le proposte di soluzioni per superare la crisi) sottolinea tra le altre cose la difficoltà dei finanziamenti e pagamenti, ma anche l'importanza della qualità di prodotti, materiali, imprese, e quindi del costruito.

Tutto il mondo delle imprese, dei produttori, dei fornitori, dei professionisti, è sensibilizzato e coinvolto nel condividere un pacchetto generale di richieste (pagamenti dalla pubblica amministrazione, credito alle imprese, piano casa, housing sociale, fiscalità degli affitti, sblocco dei mutui, etc.).

Arch. Lorenzo Margiotta
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?