E' proprio la voce "casa" a continuare a creare allarmismo al nuovo governo.
E' stato dapprima la reintroduzione dell'ICI -e solo per fare sicuramente cassa- a creare scontenti e malumori tra i cittadini. Non va dimenticato, infatti, che circa l'80% degli italiani è proprietario di un immobile.

La Casa problema del governo MontiPoi, nei giorni scorsi, si è appreso che la Procura di Roma ha avviato un'indagine conoscitiva sulla casa dell'Inps con vista sul Colosseo e sui Fori Imperiali acquistata a prezzo di favore dal ministro della Funzione pubblica, Filippo Patroni Griffi.

Si è subito parlato di altre dimissioni, dopo quelle del sottosegretario Carlo Malinconico, ma Patroni Griffi ha sottolineato di non avere "mai preso in considerazione l'ipotesi delle dimissioni" perché la vicenda non presenta alcun elemento di illecito.

"Alla faccia del rigore etico sbandierato da Monti", come scrive Alessandro Sallusti su "il Giornale" del 12 gennaio scorso.
E anche Pina Picierno, deputata del Pd, ha dichiarato ai giornalisti: "il ministro dovrebbe dimettersi per una questione di morale. Non possono essere sempre i giudici a dare il patentino di legalità".

Ma siamo proprio sicuri che oramai siano queste le urgenze e necessità assolute che ci attendiamo dal governo Monti? Volgiamo l'attenzione anche a ciò che ci fa perdere ogni giorno l'interesse dei turisti stranieri.

Molto scalpore internazionale hanno avuto e continuano ad avere i crolli agli Scavi di Pompei. E cosa dire di quanto non si sta facendo per il Colosseo?

L'Anfiteatro Flavio di Roma, meglio conosciuto col nome di Colosseo, è uno dei monumenti di epoca romana più famosi nel mondo. Posizionato nel cuore archeologico della capitale, il Colosseo accoglie quotidianamente un gran numero di visitatori attratti dal fascino intatto della sua storia e della sua complessa architettura.

Eppure anche lì continuano a verificarsi alcuni crolli che hanno fatto emergere la necessità di intervenire con un ampio progetto di restauro, sponsorizzato dall’imprenditore Diego Della Valle, per il quale sono già state impegnate importanti risorse.

Senza entrare nel merito della sponsorizzazione, del ricorso presentato il 18 marzo (e poi ritirato ieri) a magistratura e Corte dei conti contro tale progetto, delle ambite "case dei politici con vista sul Colosseo", sarebbe bene che si affrontasse seriamente il problema della salvaguardia di tutti i nostri Beni Culturali.

Arch. Lorenzo Margiotta
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?