La Bellezza come tema portante di scelte concrete, la qualità come chiave di ogni trasformazione del territorio. È questo il filo conduttore del disegno di legge promosso da Legambiente e dal sindaco del Comune di Bari, Michele Emiliano,  e presentato a Roma nel corso di una conferenza stampa.

La Bellezza in Italia un motore per la crescita futura"Proporre una legge per la bellezza del nostro Paese - ha dichiarato Michele Emiliano - significa ricominciare a sperare in noi stessi, riprendere fiducia, avere un'idea di sé fondata sull'autostima e non sulla depressione. La proposta, nata insieme al sindaco di Pollica Stefano Pisani e ai sindaci del Cilento nel solco dell'esperienza di Angelo Vassallo, è stata presentata nel dicembre 2011 nel Teatro Petruzzelli nel corso di un convegno organizzato dal Comune insieme a Legambiente. Abbiamo cominciato così un percorso congiunto che culmina oggi con la presentazione di questo lavoro straordinario sotto il profilo giuridico e dei contenuti, che potrebbe davvero cambiare la prospettiva del nostro Paese".

E' una proposta di legge per il prossimo governo: una proposta per fare della prossima legislatura, finalmente, un'occasione di cambiamento.

La bellezza, principale caratteristica che il mondo riconosce all'Italia, può essere motore del futuro. Puntare sulla bellezza è un obiettivo imprescindibile e una chiave fondamentale per capire come il nostro Paese possa ritrovare le idee e la forza per guardare con ottimismo alla crescita.

"Questo paese non produce più nuova bellezza, se non per qualche oggetto isolato. Le periferie, il consumo di suolo, l’abusivismo, l’emarginazione dei giovani, l’individualismo esasperato, i tagli alla cultura e alla scuola sono tutti fenomeni che rubano bellezza al nostro paese. Proprio la bellezza, invece -dichiara il presidente di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza- può essere la chiave per rivedere politiche che interessano fortemente il territorio e concorrono in maniera rilevante a definirne caratteri e qualità. Nella nostra idea di bellezza l’attività antropica, il ruolo delle comunità e degli individui, è centrale. L’intento della proposta che avanziamo -prosegue Cogliati Dezza- è di innescare nei territori processi di trasformazione che puntino a rendere più belle, moderne e vivibili le città italiane, a migliorare la qualità della convivenza, del benessere individuale e collettivo e a muovere la creatività. La sfida, insomma, è invertire la tendenza, promuovendo un modello di sviluppo alternativo a quello che ha distrutto la bellezza naturale senza produrne di nuova".

Il disegno di legge è composto da 10 articoli, che riorganizzano in un sistema unico i provvedimenti legislativi inerenti alla qualità del territorio e definiscono chiaramente il percorso da intraprendere per rimettere al centro la bellezza nelle sue tante declinazioni operative:
- La bellezza patrimonio del Paese;
- Tutela e riqualificazione del patrimonio paesaggistico italiano;
- Tutela del suolo e contenimento del consumo;
- Bellezza delle opere pubbliche e concorsi di progettazione;
- Rigenerazione urbana; Contributo per la tutela del suolo e la rigenerazione urbana;
- Repressione dell'abusivismo edilizio e recupero ambientale delle aree;
- Dibattito pubblico per l'approvazione delle infrastrutture di interesse nazionale;
- Bando di idee per la bellezza;
- Bellezza dei gesti e senso civico.

Per far conoscere ai cittadini la proposta di legge, trovare adesioni e creare mobilitazione, Legambiente organizza una campagna itinerante - Italia, bellezza, futuro - che lega i temi oggetto della legge a situazioni territoriali concrete e simboliche, attraversando fino ad aprile diversi luoghi d'Italia. Un viaggio tra luoghi, storie e persone che stanno costruendo un pezzo di futuro ‘di bellezza e qualità', con un investimento su giovani, conoscenza e innovazione e minori disuguaglianze interne".
Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?