L’architettura non è semplicemente l’arte di ideare, progettare e costruire un edificio, di organizzare lo spazio in cui vive l’uomo. Essa risponde alle esigenze di un territorio e della sua memoria.

Solo indagando, conoscendo e dialogando con chi lo abita e lo ricorda – sostiene l’architetto Mario Cucinella – è possibile realizzare una buona architettura.

Da sempre sensibile ai temi della sostenibilità e dell’impatto ambientale degli edifici Cucinella, curatore del Padiglione Italiano della Biennale di Venezia 2018, sarà ospite della XV edizione del Festival della Mente, che quest’anno ha come focus degli appuntamenti in calendario il tema della comunità.

Sabato 1 settembre alle 17 al Campus I.I.S. Parentucelli-Arzelà di Sarzana, nell’incontro L’architettura come azione politica e strumento di rilancio dei territori, illustrerà come il lavoro degli architetti possa avere anche un ruolo di responsabilità sociale.

Mario Cucinella nel 2012 ha fondato l’organizzazione no profit Building Green Future e nel 2015 ha costituito a Bologna S.O.S - School of Sustainability. Gli sono stati conferiti la nomina dell’International Fellowship 2016 dal RIBA e nel 2017 il prestigioso Honorary Fellowship Award dall’AIA.

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?