In occasione della mostra The Japanese House, dedicata alla tradizione e all’innovazione dell’architettura della casa giapponese, il Centro Archivi ospita un approfondimento sulle molteplici e radicate ragioni che legano l’architetto e designer Carlo Scarpa al Giappone, alla sua cultura architettonica, alla sua letteratura, alle sue tradizioni storiche, culturali e costruttive.

L'attuale mostra è un racconto composto da progetti, fotografie e documenti tra cui molti inediti, a dimostrazione di quanto il Giappone riservasse grande attenzione nei confronti dell’architetto.

Nel 1969, anno in cui Carlo Scarpa (1906-1978) vi arriva per la prima volta, il Giappone era realmente un paese lontanissimo ma conosciuto dall'Architetto perché ne possedeva già da lungo tempo vari libri rari.

E dal 1969 in poi il rapporto di assimilazione tra Scarpa e il Giappone si fece ancora più intenso.
"Aveva individuato alcuni spunti di origine orientale, soprattutto nella gestione dello spazio e nella relazione di quest’ultimo con il tempo, nell’alternarsi di luce e ombra, nella sovrapposizione e continuità di toni cromatici."

E ben lo si deduce da alcune sue opere: dal concepimento dell’aerea copertura a forma di foglia della Biglietteria per i Giardini della Biennale di Venezia del 1951-52, fino al il “padiglioncino sull’acqua” adiacente la famosissima Tomba Brion a San Vito d’Altivole in provincia di Treviso (1969) .

L'esposizione evidenzia, quindi, il complesso sistema di rapporti, suggestioni e studi che hanno legato nel tempo Carlo Scarpa, amante e conoscitore profondo di questo paese.
Infatti, oltre a sondare in quali progetti e con quali forme il Giappone si ritrovi nella produzione scarpiana, sono messi in luce tutti quei momenti e quei fattori che hanno dato vita a questo interessante sistema di rapporti: carteggi, biblioteca personale dell’architetto, fortuna critica in Giappone e foto di viaggio.

The Japanese House. Architettura e vita dal 1945 a oggi.
MAXXI Museo nazionale delle arti del XXI secolo, via Guido Reni 4A, Roma.
9 novembre 2016 - 26 febbraio 2017

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?