Tutti alla Libreria Libet di Milano (mercoledì 26 ore 18 - Aperitivo con l'Autore), per ascoltare l'architetto Mario Botta che presenterà il suo libro "Quasi un diario", un secondo volume, dopo il precedente edito nel 2003 dall'editrice Le Lettere (che raccoglieva gli scritti del famoso professionista dal 1979 al 2003).

All'epoca si percepì una sequenza di testi che sembravano ricostruire una sorta di diario involontario: il gioco vario delle occasioni, delle luci e il tempo letterale del vissuto, delle emozioni. Era un viaggio intorno all'intuizione dell'architettura: lo spazio bianco e la costruzione umana, la bellezza esistenziale e la bellezza essenziale.

Nel secondo volume di "Quasi un diario" (sempre edizione Le Lettere - 2014), continua la raccolta degli scritti di Mario Botta in una singolarità acuta che si apre verso un orizzonte smisurato: incontri, memorie, vissuto, l'inesauribile riflessione sull'architettura, le aperture al pensiero, alla letteratura, all'arte, a testimonianze

Fuori da codificazioni situazionali, l'originalità dell'opera di Botta sembra coniugarsi nella dialettica tra il qui dell'esistenza, il primo sguardo e un'apertura incondizionata al di là del "confine".
Così il suo percorso ideale: dalla casa, alla città, ai luoghi della cultura, alle architetture del sacro, alla concezione stessa dello spazio riconsiderato nell'immensità dell'esistenza.

Una presenza, Mario Botta, che può essere una conferma di quella frontiera (di quella "svizzeritudine") che, in un lascito di cultura, sa arrivare all'austerità di un primordio: l'alfabeto di Klee, la sublimità della figura che cammina in Giacometti, la sconfinata lingua di Varlin.

Fonte: Le Lettere

Vuoi restare aggiornato su questo argomento? Lascia la tua email e registrati con un click.
Questo sito utilizza i cookies. Continuando la navigazione l'utente acconsente al loro utilizzo in conformità con i Termini sulla privacy.                   [
Non mostrare più
]
Accedi o registrati gratis in un click
Email:
Password:
Password dimenticata?